L’ira di Abbruzzese su Monti: Tagli folli per enti locali, governo tecnico non sarebbe dovuto intervenire sulle Province

“La riduzione di 700milioni di euro di trasferimenti dallo Stato alle Regioni solo per l’anno 2012 e di un ulteriore miliardo di euro a decorrere dal 2012, peraltro come sembra, penalizzando maggiormente solo quelle a Statuto ordinario, è pura follia. Nondimeno lo è la riduzione dei trasferimenti per i Comuni e per le Province che rispettivamente non potranno più contare per risorse pari a 2.5 miliardi di euro e di 1.5 miliardi di euro negli anni 2012 e 2013”. Lo riferisce Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, commentando l’approvazione del decreto governativo sulla Spending Review. “Cifre che – ha puntualizzato Abbruzzese – andranno approfondite, ma che già ora ci permettono di capire che, diversamente da quanto afferma il Governo, non potranno che ricadere sulla qualità dei servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni a favore dei cittadini. Basti pensare ai trasporti pubblici e al sistema sanitario regionale. Così facendo infatti le Regioni e gli enti locali saranno messi in condizioni di non riuscire più ad assicurare i servizi richiesti dalla collettività”. “Per non parlare delle Province. Si può essere più o meno in sintonia su questo tema che peraltro non è nuovo alla politica, ma sono convinto che si tratta di una decisione sulla quale non sarebbe dovuto intervenire un governo tecnico, in una fase così transitoria per il Paese e che invece si sta apprestando anche a definire con un apposito provvedimento le modalità di questa riduzione” – ha concluso Abbruzzese.

Menu