28 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Isola del Liri – L’assessore provinciale Gianluca Quadrini lamenta il degrado del cimitero di Arpino

“Il camposanto di Arpino è, senza mezzi termini, un cimitero da ‘Terzo mondo’ dove si annidano degrado e pericoli per i cittadini che quotidianamente vi si recano a far visita ai propri Cari. La situazione di vergognoso degrado presente nel Cimitero di Arpino, dimostra che l’Amministrazione manca di rispetto sia ai vivi che ai morti. Chiediamo l’immediata ristrutturazione e messa in sicurezza del Cimitero.

Il degrado sociale e i pericoli che si riscontrano all’interno del cimitero hanno davvero dell’incredibile. Più che in un cimitero- continua l’assessore Quadrini –  sembra di essere all’interno di un vero e proprio cantiere dove per attraversare le tombe, oltre a dover cercare di evitare di inciampare in radici secolari ormai in superficie, si è addirittura costretti a calpestare con i piedi i fili elettrici che alimentano le lampadine presenti sulle lapidi e non solo, ci si ritrova anche a calpestare tombe irriconoscibili.

I Fili elettrici risultano essere non a norma perché scoperti e senza alcuna protezione. scoperti e a portata di tutti, soprattutto dei bambini. Incredibile! Uno squallore sociale e un pericolo intollerabili. Si notano inoltre le innumerevoli quantità di rifiuti di ogni genere. E, dulcis in fundo, così come ci hanno raccontato alcuni cittadini, la sala autopsia e la camera mortuaria, si ritrovano in uno stato di abbandono e alla portata di tutti con  vetri rotti e porte aperte.

Lo stato di degrado, di abbandono e di pericolo in cui versa il cimitero, dimostra quanto l’amministrazione comunale di Arpino manchi vergognosamente di rispetto sia ai vivi che ai morti del nostro paese. Chiediamo con forza l’immediata ristrutturazione e messa in sicurezza del cimitero arpinate.

 L’Assessore Gianluca QUADRINI

Menu