22 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

La provincia ha varato la graduatoria per i fondi 2009/2010 per la raccolta differenziata

Lo scorso 20 novembre il settore Ambiente della Provincia di Frosinone ha emanato la graduatoria dei Comuni che usufruiranno dei finanziamenti regionali per il raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata secondo il Bando relativo alle annualità 2009/2010. Sono stati ammessi alla graduatoria otto comuni, precisamente: Alatri, punteggio 76,28 e finanziamento di un imparto pari a 754.707,32 euro; Supino, punteggio 75,00 e finanziamento di 161.040 euro; Frosinone, punteggio 72,37 e finanziamento di 866.811 euro; Fumone, punteggio 70,00, finanziamento 81.740 euro; Vico nel Lazio, punteggio 63,54 e finanziamento di 20.700 euro; Boville Ernica, punteggio 58,51 e finanziamento di 181.153,98; Strangolagalli, punteggio 57,92 e finanziamento di 151.000 euro; Ripi, punteggio 55,22 e finanziamento di 24.638,81. Per un totale di 2.241.791,11 euro.

“Non è stata cosa facilissima – sostiene il Presidente Iannarilli – perché per l’ assegnazione di queste risorse si è reso necessario operare una ricostruzione  della gestione contabile dei progetti inerenti la raccolta differenziata finanziati con risorse regionali e con il Docup ob.2 Programmazione del 2002- 2006. Siamo giunti comunque a compimento di questa operazione che darà certo impulso al miglioramento della raccolta differenziata nei Comuni che beneficiano di questi fondi. Unitamente al nuovo progetto che abbiamo già presentato e prenderà corpo in breve tempo con i nuovi finanziamenti posti a disposizione dalla Regione ci promettiamo di compiere sei passi in avanti verso il raggiungimento degli obiettivi indicati dalla normativa vigente”.

“Sono molto soddisfatto – sostiene Andrea Amata, Consigliere delegato all’Ambiente – perché le pratiche per l’assegnazione di questi fondi non sono state semplici per implicazioni con delle procedure precedenti. Ritengo che ora tutto sia chiaro e lineare e, da ora in avanti, si potrà procedere con maggiore velocità nello svolgimento delle prassi utili a migliorare decisamente il servizio di raccolta differenziata ormai non più procrastinabile”.

 

Menu