La IHF Volley ribalta ogni pronostico e si impone sulla capolista Giaveno al tie break

La vittoria più bella della stagione è arrivata proprio tra le mura di casa per la IHF Volley che con un 3 a 2 ha lasciato a bocca aperta le piemontesi della Banca Reale YoYogurt Giaveno. Un match combattuto che ha emozionato quasi 400 spettatori del Palazzetto dello Sport di Frosinone, che hanno sempre incoraggiato le padrone di casa fin dal primo minuto di gioco. Pochi avrebbero scommesso sulla vittoria delle laziali, in quanto Giaveno sulla carta appare più forte della IHF Volley, dalla quale è separata da ben 35 punti in classifica. Il campo però a dimostrato tutt’altro, Spataro e compagne possono finalmente festeggiare una vittoria meritata figlia di un match emozionate, dove la pallavolo è stata l’unica protagonista. Una IHF Volley costante, determinata e combattiva come non la si era mai vista ha fatto vedere davvero quanto vale, dando dimostrazione di essere una valida squadra capace di poter fare la differenza. Con Garcia Marquez top scorer 25, seguita da Ginanneschi 16 e Spataro 14 già dal primo set si è capito che la IHF Volley potesse fare l’impresa, infatti il primo parziale è di 25-15, ben 10 punti di vantaggio sulla capolista Giaveno.

Nel secondo set le ospiti reagiscono e si portano alla vittoria del secondo set per 18-25, qualcuno sbagliando , vista la ripresa delle ospiti ne aveva già pronosticato una rapida vittoria. La IHF Volley con grande orgoglio, pazienza e determinazione, abile in ricezione con Ruzzini, Zanin e Kolher e puntuale in taccao con Garcia Marquez, Spataro, Menghi e Ginannschi si porta alla chiusura del terzo set per 25-14. Nel quarto set prevale l’equilibrio tra le formazioni fino al 20-20, poi però le atlete di casa cedono lasciando il set a Giaveno per 21-25. Al tie break è spettacolo, ogni palla sembrava fosse di fuoco ma la IHF Volley allunga le distanze e chiude il match per 15-12. Un gioco equilibrato ed entusiasmante che ha piegato persino l’indomabile Giaveno, sceso in campo con la sicurezza, loro malgrado, di una facile vittoria.

Menu