5 settembre 2016 redazione@ciociaria24.net

La Ciociaria presente alla 73^ Mostra del Cinema di Venezia con il Sociologo Maurizio Lozzi

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato emesso dall’Ufficio Stamoa Conscom, Università Popolare per le Scienze Sociali e della Comunicazione.

«La Ciociaria sarà rappresentata oggi 6 settembre alla Biennale di Venezia, per la 73^ Mostra Internazionale del Cinema, dal Giornalista e Sociologo Maurizio Lozzi grazie al nuovo lavoro editoriale al quale, per le Edizioni Falsopiano, ha curato due saggi contenuti nel volume “Lo specchio dipinto: Ettore Scola e dintorni”. “Si tratta di un lavoro che, insieme ad altri ricercatori legati a organismi importanti, come l’ANICA, il MIBACT, l’AGIScuola, il GSA Giornalisti Specializzati Associati ed anche Conscom – spiega Lozzi – abbiamo voluto dedicare a questo grande regista e, per quanto personalmente mi ha riguardato, anche ad alcuni suoi eredi artistici come Claudio Caligari e Gabriele Mainetti”.

La presentazione del volume si terrà alle ore 15,00 a Venezia Lido, presso l’Hotel Excelsior, all’interno dello spazio istituzionale della Regione Veneto e vedrà partecipare il gruppo di lavoro con cui Lozzi collabora, legato al Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie Espressive, coadiuvato dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici. Davanti a un pubblico selezionato di critici, accademici, scrittori, registi e attori, il merito di Lozzi è quello di continuare a far esistere una posizione di spessore per la ricerca sociologica che nasce e viene condotta qui in Ciociaria con grande attenzione anche a piani di osservazione che esulano dal nostro territorio e poi finiscono per raggiungere palcoscenici importanti come la Biennale della Serenissima.

“Personalmente ritengo che sia giusto – precisa Lozzi – confrontarsi in contesti che esulano dal proprio ambito domestico, perché questo permette di alimentare percorsi di crescita che spesso proprio il limite territoriale non può far emergere. E poi l’incontro con visioni ed esperienze maturate in altri contesti, può solo confermare come sia importante sperimentare e condividere”. Nel libro che sarà distribuito a livello nazionale Maurizio Lozzi ha firmato due saggi, il primo dedicato a Claudio Caligari e Gabriele Mainetti ed intitolato “PPP ovvero periferie, provocazioni, pubblico” che volutamente ricorda con le tre P, il regista Pier Paolo Pasolini, ed il secondo dedicato ad Ettore Scola intitolato “Personalmente posso resistere a tutto, tranne che….. al Cinema!”».

Menu