La benzina a 1,9 euro al litro, il rincaro pasquale e le autostrade sgombre

I nostri soldi…che se ne vanno in fumo, anzi in aria. Non so se qualcuno ha notato ma i mass media hanno rilevato che a Pasqua non ci sono state le solite code sulle autostrade italiane. Colpa del maltempo? Macchè. Merito della benzina e dei suoi rincari. Puntuale come un orologio svizzero il 3 aprile scorso il giorno prima delle vacanze il Tgcom ha titolato: “Benzina, nuovo record a 1,9 euro al litro  Il caro-benzina, secondo il Codacons, avrà effetti pesanti sulle vacanze di Pasqua: Rispetto allo stesso periodo del 2011, per un pieno oggi si spendono 17,5 euro in più”. Più che la Cassandra questa notizia sembra la Profezia dei Maya. Morale della favola: si prelevano i soldi in tasca alla gente, il turismo non gira, lo spread s’impenna. Buona Pasqua fatta

Il direttore responsabile di Frosinone24-SACHA SIROLLI 

Menu