24 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Isola del Liri – Isola Liri Calcio: Grossi esonerato, al suo posto Sciannimanico

Nessuna altra possibilità a mister Grossi. La società biancorossa ha infatti decisio di esonerare il tecnico alla vigilia di una gara fondamentale come quella di domani contro il Giulianova. Ecco il comunicato stampa: “La A.C. Isola Liri srl comunica di aver sollevato, in data odierna, dall’incarico di allenatore della prima squadra il Sig. Alessandro Grossi. Al sig. Grossi vanno i ringraziamenti della Società biancorossa per il lavoro fin qui svolto con impegno, professionalità, dedizione e competenza e per i risultati conseguiti in questi ultimi tre anni e gli augura le migliori fortune professionali.” Dunque dopo tre anni volge al termine la relazione tra il tecnico di Caira ed il sodalizio biancorosso. Per tentare di risollevare una situazione drammatica come questa insomma Pomi e soci hanno deciso di esonerare il tecnico. Scelta questa assai discutibile soprattutto alla vigilia di due match salvezza importantissimi contro Giulianova e Melfi. Onestamente poi Grossi non ha poi così tante responsabilità fino ad oggi della deludente stagione dell’Isola Liri. Le responsabilità maggiori sono da ascriversi innanzitutto alla società stessa che per mesi e mesi ( da agosto a gennaio ) ha praticamente messo a disposizione dello staff tecnico tutto fuorché una squadra competitiva. Facile insomma ora gettare la croce sulle spalle del tecnico dopo una sconfitta contro una corazzata come il Vigor Lamezia ( seconda per forza tecnica solo al Perugia ). Comunque il presidente Pomi ieri ha annunciato anche il sostituto di Grossi. Al posto del tecnico ex Cassino ( e a questo punto ex Isola ) la società ha chiamato l’ex giocatore del Bari Arcangelo Sciannimanico. Smessi i panni di calciatore, Sciannimanico torna al Bari in qualità di tecnico nelle giovanili. Nel maggio 2001 sostitisce l’esonerato Fascetti alla guida della prima squadra nella massima serie, non riuscendo ad evitare però la retrocessione dei galletti in Serie B. Viene comunque confermato la stagione successiva, salvo poi essere esonerato dopo 10 giornate. Nel 2002 passa allo Shakhtar in Ucraina, come vice di Nevio Scala. Nel dicembre dello stesso anno torna in Italia, alla guida del Sora, dove verrà esonerato durante la stagione successiva, così come a Legnano. Seguono poi esperienze alla guida di alter squadre come Fermana e Monopoli e Barletta, quest’ultima in LegaPro.. Il 25 gennaio 2011 viene esonerato dal Barletta a causa dei risultati deficitari della squadra. Da ieri poi, ufficialmente sulla panchina dei biancorossi. Sempre ieri c’è stata poi la conferenza stampa di presentazione del tecnico al Nazareth. Presenti oltre al neo mister, anche il presidente Pomi e il nuovo direttore generale Briatore.  “Ho visto solo una volta giocarla a Gavorrano e sinceramente non mi è piaciuta – esordisce Sciannimanico – ha preso un gol incredibile. Anzi prende sempre gol incredibili, direi evitabilissimi.  Ho sempre avuto situazioni difficili nelle squadre che ho allenato in corsa e spesso volte le ho risolte. Spero di risolvere anche questa. Che la situazione sia difficile è sotto gli occhi di tutti. Ci sono però determinate possibilità da sfruttare e lo faremo al meglio. Ho individuato in questo gruppo delle buone individualità. Nessuno si aspettava che crollasse in questo modo. Io avevo deciso anche di non allenare più quest’anno ma poi Pomi mi ha convinto. E’ una scommessa che va affrontata al massimo dell’impegno. Se si dovesse presentare l’occasione per rinforzare la squadra la sfrutteremo ma al momento è difficile. Cercherò di cambiare il meno possibile, ho molto rispetto dell’allenatore. Faccio i complimenti al mister Grossi per come ha gestito fin ora il gruppo. Abbiamo tante partite da affrontare e dobbiamo farlo con moltà serenità. Certamente, lo ripeto, non stravolgerò niente. Cambierò solo qualcosa. Comunque dobbiamo fare tutti assieme gruppo. Salvare la categoria in questo momento a Isola sarebbe un regalo per tutti noi.” E’ poi la volta del presidente Pomi: “Decisione sofferta. Eravamo diventati amici con Grossi. Qualcuno dice che era meglio farlo prima ma noi credevamo che la salvezza fosse cosa facile ma ci siamo resi conto invece adesso che è cosa assai difficile. Abbiamo preso Sciannimanico perchè ha esperienza in questa categoria. Conosce molto bene girone e giocatori. Come società abbiamo preso anche il nuovo direttore generale Briatore Luciano. Vorrei rimarcare che questa società sta facendo il massimo per la salvezza – continua un Pomi anche leggermente emozionato – Abbiamo sofferto tanto fino ad oggi. L’unica cosa che non mi rimprovero – conclude il presidente – è di non aver messo mai bocca sulle scelte tecniche, ad esempio sul mercato non ho mai fatto scelte in prima persona. La squadra è stata fatta tutta da Grossi”.

Andrea Mastrantoni

Menu