Irruzione dei Carabinieri in una palestra di Alatri: truffa, ricettazione e falsità

Nella serata di ieri i militari della Stazione Di Ferentino, coadiuvati da quelli della Compagnia di Anagni, nell’ambito di una specifica attività di indagine finalizzata a reprimere un traffico illegale di sostanze dopanti, hanno perquisito i locali di una nota palestra sita in Alatri.

Nel corso delle operazioni i militari hanno rinvenuto un consistente quantitativo di sostanze dopanti, alcune delle quali con effetti collaterali pericolosissimi per la salute, unitamente a nr. 7 personal computer utilizzati per l’acquisto “on line” di detti “farmaci” che poi venivano rivenduti ad alcuni iscritti frequentatori della palestra.

I responsabili del centro sportivo (C.Z., 23enne, G.G., 43enne e K.S., 39enne) sono stati denunciati per i reati di “truffa, ricettazione e falsità materiale in concorso (perché hanno formato false prescrizioni sanitarie inducendo in errore i farmacisti), oltre al reato previsto dalle normativa speciale relativa alla tutela sanitaria delle attività sportive ed alla lotta contro il doping”. Le sostanze proibite, i personal computer ed i locali della palestra venivano sottoposti a sequestro.

Menu