Intervento del presidente della commissione Servizi Sociali Ombretta Ceccarelli

Proseguono a ritmo serrato le proposte rivolte alla terza età da parte della commissione Servizi Sociali, handicap, anziani e giovani. “Ho sempre pensato – sostiene la presidente Ombretta Ceccarelli – che gli anziani siano una risorsa per la nostra città per il bagaglio di valori, per la memoria storica di cui sono depositari, ma soprattutto perché sono un punto fondamentale del nostro sistema sociale, in particolare per le giovani generazioni.

Il progetto Solidiamo con la scelta di tagliare  il 50% dell’indennità agli amministratori è un segnale concreto di vicinanza a tutti i cittadini, in particolare modo le classi più deboli, giovani e meno giovani. Ci saranno nello specifico percorsi formativi per l’utilizzo di internet, social-network, corsi di attività fisica, di educazione alimentare, musicale, artistica e teatrale. Martedì 26 marzo la commissione Servizi Sociali ha approvato il nuovo regolamento comunale del centro anziani che sarà poi portato in consiglio comunale nel prossimo mese ed approvato, si spera all’unanimità.

Il nuovo regolamento promuove l’inclusione sociale dell’anziano nel territorio tramite attività ricreative, culturali, motorie, sanitarie e di scambi intergenerazionali e presenta modalità e procedure di svolgimento per le elezioni del comitato di gestione. Un regolamento sicuramente incisivo e preciso, realizzato dagli anziani stessi dopo diversi incontri con gli operatori sociali. Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore Carlo Gagliardi che ha dato un supporto importante per un concreto adempimento dello stesso. Ringrazio – prosegue la Ceccarelli – la commissione Servizi Sociali che ha preso visione della Carta dei Servizi del centro diurno per persone con disabilità, con tutte le attività in programmazione per l’anno 2013, da parte della cooperativa Osa, quali laboratorio teatrale, attività motoria, musicale, informatica miranti al potenziamento dell’autonomia  individuale e sociale. Inoltre, nel mese  di aprile si svolgerà una visita da parte della Consulta per l’handicap presso l’ausilioteca dell’Ipsia di via Fabi.  Inizia una nuova fase, una nuova pagina per il sociale alla ricerca delle soluzioni perseguibili migliori”.

Menu