21 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Incontro in Provincia con il personale precario Ata, l’assessore Quadrini: “Deluso dai sindacati”

L’assessore Provinciale alla Pubblica Istruzione Gianluca QUADRINI, rende noto che nella giornata odierna si tenuto un incontro presso il Salone di rappresentanza della Provincia con le organizzazioni sindacali ed i precari ATA della scuola dove l’intento era spiegare a loro le iniziative intraprese da codesto Assessorato in merito alla lettera inoltrata al Ministro all’Istruzione Francesco PROFUMO per chiedere di recuperare gli oltre 260 posti accantonati ogni anno per la presenza delle ditte di pulizie all’interno della scuola con l’intento di recuperare questi posti proprio con i precari della scuola rimasti fuori dai ruoli annuali.

<<In questo incontro ho ripercorso i momenti nei quali le Organizzazioni sindacali in un primo momento avevano manifestato la volontà di sostenere l’iniziativa che vuole chiedere al Ministro all’Istruzione PROFUMO il recupero dell’organico nella provincia di Frosinone decurtato in virtù degli illegittimi ed errati accantonamenti ma poi non hanno voluto sottoscrivere la nota che è partita ad indirizzo sempre del Ministro.

Devo dire che sono rimasto molto deluso dal comportamento delle OO.SS. confederati che dopo aver voluto con forza che facessi la ricognizione dei posti delle ditte di pulizie per il recupero degli stessi a favore dei precari hanno continuato, dopo la 3 riunione che doveva essere operativa, a polemizzare presentando un documento loro sempre contro il dimensionamento o altro che nulla ha a che vedere con l’andare incontro ai precari. Io comunque andrò avanti lo stesso, chiedendo al Ministro del recupero di questi posti accantonati ed ho scritto anche al Presidente del Consiglio Regionale Abbruzzese per avere anche da lui aiuto e supporto in questa richiesta. Inoltre ho detto ai lavoratori che vedrò con la Regione di attivare dei percorsi che possano essere a garanzia di quelle fasce deboli attraverso i fondi sociali europei.

Questo permetterebbe di stabilizzare a T.D. i collaboratori precari almeno epr 5 anni a carico in parte della Regione.

Io lavorerò per tutelare il loro posto di lavoro e ridare dignità ad un lavoro che hanno perso ormai alcuni da 3 anni.>>

 

 L’Assessore

Gianluca QUADRINI.

Menu