venerdì 23 marzo 2012

Ilva Patrica; Abbruzzese: via libera a tavolo di confronto in Regione

La situazione dei lavoratori della Ilva di Patrica, sito produttivo a rischio delocalizzazione, sarà oggetto di un tavolo di confronto alla Regione Lazio.
“A seguito di un colloquio avuto con l’assessore al Lavoro, Mariella Zezza, sono riuscito ad ottenere un primo incontro che servirà a dar vita ad una importante trattativa che servirà a scongiurare la paventata chiusura dello stabilimento. La prima riunione del tavolo di concertazione fra vertici aziendali e regionali, organizzazioni sindacali e amministratori locali è stata fissata alle ore 15 di martedì 27 marzo prossimo”. Lo ha annunciato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, che nei giorni scorsi si è recato fuori i cancelli dell’azienda, dove ha tenuto una riunione con una nutrita delegazione di rappresentanti sindacali e maestranze.

“Al tavolo – ha aggiunto Abbruzzese – è stato invitato anche il primo cittadino di Patrica, Denise Caprara, che per prima ha richiesto il mio interessamento a questa vertenza che interessa un centinaio di lavoratori del territorio.
Sono estremamente fiducioso sul fatto che i vertici della Ilva riconsidereranno la determinazioni in ordine al ridimensionamento del sito industriale. Chiederemo inoltre ai vertici del Gruppo Riva di valutare la possibilità di spostare in loco una serie di produzioni alternative alle attuali, al fine di far ripartire lo stabilimento e scongiurare quindi la perdita dei posti di lavoro.

Ad oggi, nello stabilimento di Patrica lavorano circa 70 persone, che vanno ad aggiungersi alle trenta dell’indotto, operai con età media di 30 anni, giovani che, se uscissero dal circuito occupazionale, potrebbero avere enormi difficoltà a ricollocarsi o ad attingere agli ammortizzatori sociali.
Auspico che il tavolo di concertazione e confronto sia un punto di partenza per evitare la tanto temuta chiusura che andrebbe a gravare su un tessuto industriale, come quello del frusinate, già scoraggiato da altri processi di deindustrializzazione.

Colgo l’occasione – ha concluso Abbruzzese – per ringraziare l’assessore regionale Mariella Zezza, che ha sempre dimostrato grande attenzione a tutte le vertenze regionali, ed in particolare a quelle della provincia di Frosinone. Sono ceto che anche per i lavoratori dell’Ilva la Regione sarà in prima linea per tutelare i lavoratori e per scongiurare il temuto trasferimento a Novi Ligure della produzione di alluminati”.

Ti potrebbe interessare
Rieducazione motoria a Roma: ecco dove svolgerla per avere risultati portentosi

Rieducazione motoria Roma - Rieducazione motoria a Roma? Presenti! Che si tratti di esercizi basati sul movimento o strumentali, noi ci siamo. L'importante, però, è ...

Plantari posturali a Roma: quali scegliere e dove rivolgersi per non sbagliare

Plantari posturali Roma - Plantari posturali a Roma? Noi sappiamo dove, quando e perché. Se a seguito di un'analisi baropodometrica sono emergono, per quel ...

Analisi baropodometrica: a Roma la fanno proprio tutti, giovani e grandi

Analisi baropodometrica Roma - A Roma si può dire che l'analisi baropodometrica non viene affatto sottovalutata, anzi. L'esame è apparentemente semplice ma in realtà può ...

Pagine fan penalizzate dal nuovo algoritmo Facebook? Passate ai gruppi! Ecco come

Facebook - Come sanno gli internauti più esperti, “Zuck”, alias Mark Zuckerberg, ovvero l’Amministratore delegato di Facebook Inc., colosso mondiale dei ...