25 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Il consigliere comunale di Frosinone, Ombretta Ceccarelli, chiede la costituzione del gruppo consiliare di Forza Italia

Il consigliere comunale Ombretta Ceccarelli raccoglie in pieno lo spirito del presidente Silvio Berlusconi e si dichiara pronta per la sua adesione all’ambizioso progetto di Forza Italia 2.0. “Quale fondatrice del partito nel dicembre 1993 – spiega la Ceccarelli – rivendico la mia appartenenza come unica donna nel partito sul territorio sempre coerente. Credo in questo nuovo percorso, che da tempo avevo auspicato, per una stagione politica di grandi cambiamenti. Secondo la linea indicata da Berlusconi ho richiesto una riunione urgente per la costituzione del gruppo di Forza Italia al consiglio comunale di Frosinone. L’Italia, purtroppo, sta vivendo un momento difficile politicamente, per cui era necessario gettare le basi per un progetto nuovo che sicuramente diventerà protagonista, sia  a livello nazionale che locale.

Berlusconi ha parlato di movimento più che partito perché dobbiamo camminare tutti insieme: istituzioni, iscritti, simpatizzanti per un obiettivo comune. Il ritorno a Forza Italia ha rigenerato quell’entusiasmo, in parte sopito con gli anni in molti elettori moderati del centrodestra, che nel ’94 avevano aderito con passione per poi restare delusi al passaggio al Pdl. Questo movimento che difende i valori cristiani quali la vita, la famiglia, la solidarietà, sono certa che sarà la vera spinta per gli elettori che non saranno più spettatori semplici, ma attivi protagonisti di questo cambiamento. Tenendo presente che tra qualche mese ci saranno le elezioni amministrative in 38 comuni della provincia, abbiamo la possibilità di confrontarci tutti insieme senza polemiche nel rispetto di ogni legittima posizione ed identità, con la consapevolezza di chi, come me, ha iniziato nel lontano ’93 a credere in Forza Italia, continuando a dare sempre il suo contributo fattivo nel partito. Sono convinta che questo movimento riuscirà ad organizzarsi al meglio sul territorio in ogni singolo  comune, riuscendo ad invertire la rotta dell’antipolitica”.

Menu