8 dicembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Il compositore del Conservatorio di Frosinone, Vincenzo Core, protagonista al Torino Film Festival

Un altro straordinario successo per il compositore del Centro di Ricerca ed Elaborazione Audiovisiva del Conservatorio di Frosinone (CREA) Vincenzo Core. Al 31° Festival del Cinema di Torino, il trentunenne allievo del M° Alessandro Cipriani, iscritto al biennio di composizione audiovisiva digitale, è stato proclamato vincitore del Premio Speciale della Giuria nella sezione cortometraggi con l’opera audiovisiva No More Lonely Nights (Italia, 2013), realizzata in collaborazione con il regista Fabio Scacchioli. A consegnare il prestigioso riconoscimento a Vincenzo Core il regista di Ovosodo e de La prima cosa bella Paolo Virzì, direttore dell’edizione 2013 del Torino Film Festival.

core_660

Si legge nella motivazione del premio:
Per la capacità di tradurre in tessuto narrativo di straniante impatto la dimensione artificiale nel quale un certo immaginario cinematografico ha collocato il rapporto amoroso e la solitudine che spesso lo accompagna. Da sottolineare, inoltre, come l’uso del registro sonoro assume il carattere di una vera e propria partitura sensoriale, dando consistenza quasi fisica al vuoto che l’opera intende raccontare”.

Parole di elogio, quindi, che accompagnano un premio di eccezionale importanza con cui Core impreziosisce un curriculum già ricco di successi e di partecipazioni ai più importanti appuntamenti internazionali dedicati all’audiovisivo, tra cui il Festival del Cinema di Venezia, il Lausanne Underground Film Festival, l’International Computer Music Conference, il Premio nazionale delle Arti e poi numerose altre rassegne e manifestazioni in tutto il mondo: India, Giappone, Cuba, Europa, Stati Uniti.

Al successo di Vincenzo Core al Torino Film Festival si aggiunge un ulteriore importante risultato conseguito da un altro allievo del Conservatorio di Frosinone. Infatti, la composizione originale, dal titolo Come Morso in Corpo, scritta per violino ed elettronica da Valerio De Bonis, laureando in Musica elettronica presso il “Licinio Refice”, sarà eseguita il 22 dicembre a Roma da Marco Rogliano, uno dei più importanti violinisti di musica contemporanea.

Grande orgoglio e soddisfazione sono stati espressi dal direttore del Conservatorio di Frosinone M° Raffele Ramunto, dal presidente prof. Marcello Carlino e dall’intero istituto per i riconoscimenti assegnati a Core e a De Bonis, entrambi protagonisti, tra l’altro, insieme ai loro colleghi della Scuola di Musica elettronica, della mostra di arte audiovisiva “Lo sguardo di Orfeo”, organizzata dal “Refice” il 28 novembre scorso presso l’Auditorium Vescovile di Frosinone nell’ambito della manifestazione “La Settimana della Contemporaneità”, evento annuale che il Conservatorio “Refice” dedica alla musica contemporanea e alle arti audiovisive.

Menu