6 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Iannarilli su Istituto Maccari risponde a Costanzo: “Soluzione di emergenza efficace e sollecitata”

Il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, risponde al consigliere provinciale Simone Costanzo in merito alla situazione dell’Istituto Maccari di Frosinone.

“Il Consigliere provinciale Simone Costanzo, nella sua interrogazione a mezzo stampa quotidiana, mi interroga sulla situazione dell’Istituto “Maccari” di Frosinone. A suo dire la sistemazione di emergenza che la Provincia ha trovato nel giro di 48 ore, a causa delle situazioni di pericolosità della sede storica, non è adeguata per la mancanza di laboratori, palestra ecc. Bene, Costanzo probabilmente non conosce il significato della parola emergenza. Tutti sappiamo che la sistemazione, comunque in uno stabile che ha ospitato per decenni una scuola superiore, non è ottimale ma, appunto, trattasi di sede provvisoria e per permettere lo svolgimento regolare delle lezioni. A me sembra che la soluzione sia stata efficace e sollecita.

Per quanto riguarda il “Maccari”, colgo l’occasione per avvertire tutti che non ci siamo dimenticati del problema, anzi. Siamo stati costretti, dopo un incontro con il Sindaco e la relazione dell’Autorità di bacino preposta, a prendere una drastica decisione, quella del trasferimento. L’Autorità di bacino, infatti, ci ha prescritto tutta una serie di indagini di stabilità da realizzare sull’istituto in questione e con gli esigui fondi a disposizione della Provincia (solo 300,000 euro circa si sono potuti dare al settore) saranno fatti al più presto questi studi. Ciò al fine di far tornare al più presto i ragazzi nella loro scuola. Il dirigente ha infatti avuto i primi contatti con la Regione Lazio alla quale chiederemo di finanziare i lavori che occorrono, speriamo di dimensioni e proporzioni non enormi.

Abbiamo molta attenzione su questo problema, dunque, per molti motivi. Il primo è ovviamente quello didattico, l’altro, molto importante, è dovuto ai problemi che il trasferimento della scuola ha causato alla già povera economia del centro storico di Frosinone dove le poche attività commerciali superstiti contano molto sulla presenza vitale anche della scuola “Maccari”.  Una soluzione alternativa a quella che abbiamo adottato era inviare la scuola in un altro istituto ma costringere docenti e alunni a fare scuola il pomeriggio. Invito perciò il Consigliere Costanzo a non fare la sua politica su fatti per i quali è stata adottata una soluzione efficace e sollecita pur nell’emergenza. Anche perché è nostro compito cercare anche di evitare disagi ulteriori alle famiglie”.

Menu