2 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Iannarilli-Savo: gazebo per referendum giustizia in via Aldo Moro

“Nel caso in cui Silvio Berlusconi stesse riflettendo sulla scelta da compiere, in questi giorni di consigli ne ha ricevuti e più o meno gratuiti, nonostante il suo appello a falchi e colombe di tacere, ma forse, non annoverando altre specie ornitologiche , qualcuno si e’ sentito in dovere di proferire e consigliare. Dal successo dell’iniziativa del gazebo per raccogliere le sottoscrizioni per i referendum sulla Giustizia, tenutasi ieri a Frosinone in Via Aldo Moro, si direbbe che gli italiani, e in particolare i tanti frusinati, che hanno apposto la loro firma, hanno gran voglia di esprimere la loro opinione sul sistema Giustizia reputandolo, in taluni casi, non idoneo allo stato attuale.

Questo, significa molto per il Popolo della Libertà ed è un indirizzò chiaro su come i cittadini hanno percepito la vicenda della sentenza Mediaset! La partecipazione entusiasta della società’ civile infatti, Non va intesa infatti solo come un tentativo di difendere strenuamente il nostro Presidente, cercando di relegare gli elettori del centro destra, ad un ruolo quasi di tifoseria, ma va intesa come l’ennesima discesa in campo di migliaia di cittadini che vedono nella vicenda Mediaset, la punta di iceberg di quella parte della giustizia che pecca in garantismo e che , in tante occasioni, mette in pericolo non solo la libertà individuale ma anche un sistema economico a cui , mai come ora e’ legata la vita quotidiana di ognuno di noi e la sopravvivenza del nostro sistema Paese.

Soddisfatti quindi per l’ennesima iniziativa posta in essere e per il successo raggiunto. Stare tra la gente, raccoglier e le opinioni, i consigli, gli sfoghi, e’ per noi la vera politica e ripaga ogni sforzo nostro e delle persone che insieme a noi, hanno sacrificato la loro domenica, sempre in nome della libertà, della democrazia e della nobile espressione popolare”.

Antonello Iannarilli
Alessia Savo

Menu