Grande festa per il 40esimo anniversario del Ciociaro Club di Windsor.

Nel corso della cerimonia premiato Broccostella, “Comune dell’anno 2012”

Batte forte il cuore di Ciociaria anche in terra di Canada. E batte attraverso il contributo, orgogliosamente fiero delle proprie origini, del Ciociaro Club di Windsor che proprio nella serata di ieri ha festeggiato il 40esimo anno di attività.

Quaranta anni durante i quali i nostri connazionali hanno saputo farsi valere nel continente americano, mettendo a frutto il meglio dei valori della tradizione ciociara fatta di onesta’ e di laboriosità. Valori che hanno permesso la nascita, nel 1972, del Club dei Ciociari a Windsor che oggi raccoglie circa duemila iscritti, in una splendida e imponente struttura.

E proprio i valori della gente di Ciociaria, ieri, hanno pervaso l’enorme sala del Club di Windsor, tutto vestito a festa per la ricorrenza del quarantennale.

Una manifestazione organizzata nei minimi dettagli dal presidente Frank Maceroni, dal vice Giulio Malanadruccolo e dall’intero direttivo. Una festa in cui, come ogni anno, e’ stato premiato un paese della provincia di Frosinone: quest’anno il  comune di  Broccostella, presente a Windsor con una nutrita delegazione capeggiata dal sindaco Cippitelli.

Ad onorare il compleanno del Ciociaro Club e a rendere il giusto tributo al Comune di Broccostella anche il sindaco di Ceprano Giovanni Sorge con l’assessore Lorella Giannicchi e il sindaco di Settefrati, Riccardo Frattaroli, ma soprattutto la Regione Lazio, con il presidente del Consiglio, Mario Abbruzzese.

La toccante cerimonia ha avuto un prologo, prima di dipanarsi attraverso il rituale ormai tradizionale: nell’atrio del Club c’e stato il taglio ufficiale del nastro per il mosaico “La donna ciociara”, dono della Provincia di Frosinone come testimonianza concreta della vicinanza dell’ istituzione ai connazionali all’estero.

Ad inaugurare l’opera, in rappresentanza della Provincia, l’assessore alla cultura Antonio Abbate, il quale, come recitava la targa che il direttivo del club ha preparato e affisso al lato del mosaico, “fu l’ideatore di questo progetto ed e’ sempre stato un tenace sostenitore del Ciociaro Club, per mezzo di tante iniziative culturali”. Seguono nell’epigrafe i ringraziamenti al presidente Iannarilli e all’intera giunta provinciale.

Questo mosaico – ha dichiarato Abbate, nel discorso ufficiale di inaugurazione della donazione – costituisce testimonianza tangibile di quanto la Provincia di Frosinone considera i suoi connazionali in terra di Canada”.

“Non ci separano settemila chilometri – ha continuato Abbate rivolto alla comunita’ canadese – perche’ voi siete ciociari quanto noi che risiediamo in Italia. Costituite un lembo della nostra adorata patria a cui date onore con la vostra laboriosita’ e il vostro impegno. L’amore che dimostrate per la terra natia merita solo ammirazione”.

Dall’atrio, attraverso un corteo con tanto di bandiere italiane e canadesi, la festa si e’ spostata nel Salone centrale dove protagonista della serata e’ stato Broccostella, comune dell’anno 2012. Un salone stracolmo, con piu’ di 1500 persone, tantissime le autorità intervenute: il console Generale d’Italia a Toronto, Gianni Bardini, il vice console d’Italia Liliana Scotti Busi, il sindaco di Tecumseh Gary McNamara, piu’ altri esponenti di altre municipalità.

Molto toccante la cerimonia di premiazione del Comune dell’anno, un momento di onore per il sindaco Cippitelli visibilmente emozionato. Poi spazio allo scambio di doni e di omaggi.

Ancora una volta, apprezzamenti alla Provincia, che ha voluto donare al Ciociaro Club un leone in bronzo opera di Gismondi, simbolo proprio dell’istituzione provinciale.

“Era un dovere da parte della Provincia di Frosinone – ha dichiarato l’assessore Abbate – fare dono alla comunità ciociara di Windsor del leone, simbolo della nostra terra. Un animale che ci ricorda lo spirito di fierezza e di orgoglio del nostro popolo, sempre pronto, in nome di sani principi, di giusti valori, a combattere e impegnarsi per il bene comune. Qui stasera, trova vigore il sentimento dell’orgoglio di Ciociaria, terra di spiriti eletti che ha dato veri e propri giganti alla storia del pensiero occidentale. E penso a Cicerone, e penso a San Tommaso. Questo patrimonio deve essere valorizzato a promosso. Voi, qui in Canada, lo fate con straordinaria passione. E di questo impegno va dato ampio merito. Rivolgo, in conclusione, un caloroso e sentito augurio, soprattutto da amico quale mi considero, al Ciociaro Windsor Club per la ricorrenza del 40esimo anniversario, con la certezza di celebrare piu’ importanti traguardi, rinnovando la stima e la disponibilita’ a collaborare nel nome dell’Italia e della Ciociaria. Grazie di cuore per quello che fate per l’Italia e la nostra terra. Un grazie sentito, interpretando il comune sentimento di Antonello Iannarilli, permettetemi di rivolgerlo, infine, al presidente Maceroni e al vice Giulio Malandruccolo, così come ad ognuno degli iscritti”.

La festa e’ poi continuata a ritmo di musica e di balli, alternati a spazi istituzionali dedicati ai membri del Club.

Menu