24 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Giuseppe Patrizi: “Settimana cruciale per Riordino Province”

“La settimana che si apre sarà decisiva per tutte le istanze provenienti dai territori al riguardo della battaglia contro il riordino delle province voluto dal Governo. Il decreto, secondo noi e anche una estesa maggioranza di altre forze politiche, rappresentanze, amministratori locali e associazioni di cittadini, deve essere modificato radicalmente, altrimenti non deve essere trasformato in legge. Ciò non per sciocchi vezzi campanilistici ma per i danni che l’approvazione del riordino, così come è fatto, causerebbero alle già disastrate cittadinanze italiane.

Nella nostra provincia il dibattito è acceso anche più che altrove, per il fatto assurdo che il decreto in questione, dimostrando di essere stato composto in modo disordinato e privo di alcuna progettualità, oltre ad essere, in alcuni suoi articoli palesemente in antitesi con i principi della nostra costituzione, attribuisce alla Provincia di Frosinone la facoltà di restare in vita ma non quella di conservare il capoluogo, in una farsesca contorsione normativa. I nostri parlamentari si sono dati molto da fare e hanno dimostrato non solo un grande impegno ma anche notevole incisività. E’ un fatto che nella Commissione Affari Costituzionali il senatore Tofani abbia contribuito in modo determinante a che il provvedimento non passasse direttamente, come è già accaduto per norme importantissime nel recente passato relativo alla gestione Monti, ma si arrivasse alla sua discussione in Aula dove potranno essere approvato sostanziali emendamenti. L’ On. Iannarilli ha chiesto e ottenuto un’audizione presso la medesima commissione del Senato, dove giovedì prossimo andrà a spiegare perché il decreto sul riordino delle Province, così com’è, non può e non deve essere approvato.

Già la scorsa settimana, partecipando a un vertice insieme ad altri amministratori del centrodestra Iannarilli aveva contribuito con efficacia a costituire, in seno alla massima dirigenza del partito, la coscienza di cosa fosse veramente in discussione e quali sarebbero gli enormi danni che i territori subirebbero se il provvedimento passasse così com’è. Mi spiace, che lo stesso non sia avvenuto da parte dei rappresentanti parlamentari del Pd che invece hanno manifestato nelle sedi della medesima commissione il totale accordo con il governo Monti su questo punto. Ciò dopo che i referenti locali del partito si erano impegnati, nel corso dell’ importante incontro organizzato dal sindaco di Frosinone, a sensibilizzarli sul problema che incombe sulla nostra provincia. Non ho motivo per pensare che non lo abbiano fatto, probabilmente non li hanno ascoltati, infischiandosene allegramente dei problemi della gente comune. Un plauso, dunque, al Senatore Tofani e al Presidente Iannarilli che stanno combattendo con estrema decisione la battaglia per Frosinone”.

E’ quanto dichiara il capogruppo del Pdl presso la Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi Frosinone 24 novembre 2012

Menu