sabato 3 marzo 2012

Giovani Democratici – elezioni amministrative Frosinone: “Ripartiamo dai programmi”

I Giovani Democratici, a quasi tre anni dalla fondazione, hanno oggi celebrato il primo congresso cittadino. Dai giovani del Partito Democratico è emersa una forte unità sulle scelte degli organismi dirigenti nei livelli territoriali, ma soprattutto in merito alle ormai imminenti elezioni comunali.

L’unità dell’organizzazione giovanile è un fondamentale contributo per la vita sana di un Partito, sia nei meccanismi interni, sia nelle scelte politiche ed elettorali, poiché manifesta l’ambizione a interloquire con iscritti, elettori e cittadini con voce univoca, oltre i tradizionali schemi correntizi.

In vista delle prossime elezioni amministrative, i Giovani Democratici vogliono impegnarsi in prima linea nella definizione di una avanguardia politica che ambisca a colorare di arancione l’amministrazione che verrà, sulla scia dei successi elettorali di Milano, Napoli e Cagliari avvenuti grazie al risveglio civico delle forze migliori della città.

Per questo motivo, gettiamo sin da oggi le basi di una proposta programmatica inclusiva, aperta a giovani, meno giovani, donne, associazioni e indipendenti: una piattaforma al servizio del centrosinistra, in grado di camminare con le proprie idee, e che acquisisca autorevolezza ed entusiasmo, necessari prima ed oltre la definizione dei nomi, per coinvolgere e avvicinare una fetta importante della cittadinanza attiva del capoluogo.

Negli ultimi 15 anni il centrosinistra ha vinto perché unito, perché ha avuto sempre le idee chiare, quelle che i cittadini di Frosinone hanno voluto per ben tre volte sostenere e premiare.

Noi giovani vogliamo essere e continuare ad essere il motore del cambiamento, il punto di partenza per qualsiasi disegno sulla città, perché il futuro, quel tempo così incerto, pieno di punti interrogativi, è il luogo dove cresceremo, e in questo noi crediamo.
Un’idea concreta? Ascensore inclinato gratuito per gli studenti.

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.