mercoledì 24 luglio 2013

Giorgio Squinzi in Provincia di Frosinone: Venerdì 26 Luglio ore 17 incontro a Patrica su crisi edilizia

Dialogo aperto sui temi dell’economia italiana e del mercato delle costruzioni Patrica (Fr), 26 luglio ore 17.00 Il difficile momento che sta attraversando l’Italia risulta ancora più evidente nel settore dell’edilizia, storico motore dell’economia italiana. La crisi settoriale coinvolge in maniera più o meno intensa molti paesi ed in media (UE 15) ha determinato, dal 2008 al 2012, una contrazione degli investimenti in costruzioni del 18,1% in termini reali.

Nel 2013, secondo l’Ance, in Italia proseguirà la fase di caduta con una riduzione degli investimenti in costruzioni del 3,8% in termini reali rispetto al 2012. In sei anni circa 53 miliardi di euro di investimenti in costruzioni in meno. Dal 2008 al 2013, il settore avrà perso circa il 30% degli investimenti e si colloca sui livelli di attività più bassi degli ultimi 40 anni. Quali le prospettive di ripresa? Quale il contributo sinergico che il confronto costruttivo tra operatori del settore e partner commerciali può offrire alla ricerca di possibili vie d’uscita dalla crisi?

Questi temi saranno dibattuti venerdì 26 luglio p.v. a Patrica, in provincia di Frosinone, in un incontro che vedrà protagonisti Giorgio Squinzi, Amministratore Unico di Mapei, e Rino Orsolini, titolare della Orsolini S.p.A. L’appuntamento è fissato alle ore 17,00, presso la sede della Orsolini S.p.A., in via Morolense Km 2,800. L’incontro sarà occasione per un dialogo aperto sui temi dell’economia e del delicato momento che sta attraversando il settore delle costruzioni. I lunghi anni di intensa collaborazione lavorativa tra Orsolini e Mapei e, in particolare, la lunga amicizia tra Giorgio Squinzi e Rino Orsolini, animeranno il confronto e saranno lo spunto per trattare temi interessanti e proporre idee nuove.

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.