mercoledì 12 marzo 2014

FUGA DA FROSINONE, IL COMUNE: NON È VERO, ECCO I NUMERI GIUSTI

Riceviamo e pubblichiamo dal Comune di Frosinone.

In ordine all’articolo apparso sul quotidiano “Il Messaggero”, inserto di Frosinone, dal titolo “Fuga da Frosinone, mille in meno”, occorre evidenziare e specificare come la rappresentazione del quadro della popolazione vivente nel capoluogo sia falsato e viziato da un dato numerico non vero di partenza dei residenti al 31 dicembre 2012, ovvero 47.603 unità, tanto da risultare impreciso e non rispondente certamente alla realtà effettuale. Come precisa, infatti il dirigente del settore governance, dott. Andrea Manchi, “preliminarmente occorre evidenziare che nel 2013 si sono portate a compimento le operazioni relative al censimento generale della popolazione del 2011 e pertanto i dati sui residenti devono essere inquadrati in maniera più generale. Ricordo che il censimento della popolazione ha, tra le altre funzioni, quella di rivedere la popolazione residente in un comune e di aggiornarne il dato statistico. L’unico punto di partenza da prendere in considerazione è, quindi, il numero delle persone che risultano da censimento all’8/10/2011 che è pari a 46.871, e quest’ultimo è il dato legale da utilizzare come parametro di riferimento per calcolare i movimenti migratori negli anni 2012-2013. La popolazione residente sul territorio comunale, quindi, sulla base dei dati ufficiali forniti dall’Ufficio Anagrafe, è al 31/12/2013 pari a 46.603 unità, numero che tiene conto di circa 300 posizioni bonificate in occasione del censimento, con un saldo negativo di 273, in linea con i trend degli anni passati, rispetto al dato ufficiale di 46.871 del 31/12/2012”. Il dato statistico è, quindi, di gran lunga inferiore al 1.070 propinato dalla testata giornalistica che per le sue valutazioni deve essersi evidentemente basata su documenti non aggiornati, non riconducibili al biennio 2012-2013 e certamente non forniti ufficialmente dall’Ufficio Anagrafe, unica struttura deputata all’aggiornamento e alla cura dei registri della popolazione.

Frosinone, 12 marzo 2014