20 ottobre 2014 redazione@ciociaria24.net

Frutta “contaminata” in Ciociaria: sequestri a Frosinone

Due quintali di frutta sequestrata, due persone denunciate, tre esercizi commerciali controllati, sei persone identificate, tre contravvenzioni amministrative elevate: questi i risultati di un servizio di controllo alle rivendite di frutta del capoluogo effettuato nella mattinata dai poliziotti delle Volanti, con la fattiva collaborazione della Polizia Locale e della ASL. Il coordinamento tra le varie forze di Polizia ed Enti è stato ancora una volta la formula vincente che ha consentito di sferrare un altro duro colpo a coloro che, non rispettando le norme igienico alimentari, mettono in pericolo la salute pubblica.

Ancora una volta l’obiettivo è la sicurezza dei cittadini che in questo caso passa attraverso la “sicurezza alimentare”. Infatti i prodotti ortofrutticoli sequestrati erano esposti al di fuori degli esercizi commerciali e quindi soggetti alle esalazioni di fumi e gas di scarico emessi dai veicoli in transito. Importantissimo in tal senso il contributo del personale della ASL che ha esaminato le modalità di conservazione della merce ed analizzerà i prodotti sequestrati allo scopo di verificarne il grado di contaminazione.

Fondamentale, inoltre, la presenza degli operatori della Polizia Locale che hanno controllato la tipologia delle licenze e la regolarità delle concessioni di occupazione di suolo pubblico procedendo ad elevare le sanzioni amministrative previste. La Polizia di Stato ha, infine, proceduto al controllo dei titolari dei negozi verificando, per i cittadini stranieri, anche la regolarità della loro posizione sul territorio Nazionale ed ha denunciato due persone rispettivamente per violazione della disciplina igienico alimentare e per truffa ai danni della Pubblica Amministrazione.

Menu