lunedì 7 aprile 2014

Frosinone: ubriaco picchia la moglie ed il figlio, li minaccia con un coltello e distrugge casa

Nella mattinata odierna, in un comune dell’area Nord della giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Frosinone, i militari della Stazione Competente per territorio, coadiuvati da quelli di altre Stazioni limitrofe, hanno arrestato in flagranza di reato per lesioni personali aggravate e minacce, un uomo di circa 50 anni.

L’uomo, nel corso della notte, in stato di alterazione psico-fisica dovuta all’abuso di alcol, al culmine di un diverbio scaturito per futili motivi, dopo aver minacciato la moglie 37enne, la colpiva ripetutamente, nello stesso contesto dopo aver percosso anche il figlio minore intervenuto in difesa della madre, in preda ad un irrefrenabile stato d’ira ha distrutto il mobilio della cucina e poi armatosi di coltello ha minacciato i due. La signora e il bambino, recatisi presso il pronto soccorso dell’ospedale di Frosinone, sono stati giudicati affetti entrambi da contusioni al capo e dimessi con prognosi di 5 giorni, salvo complicazioni.

I militari operanti, prontamente intervenuti a seguito di richiesta pervenuta al 112 Numero Unico di emergenza Europeo della Centrale Operativa del Comando Provinciale CC Di Frosinone, hanno trovato l’uomo ancora fortemente agitato, e dopo averlo riportato alla calma, ricorrendo lo stato di flagranza lo hanno arrestato. Al soggetto, che su disposizione dell’A.G. è stato contestualmente rimesso in libertà, è stata applicata la misura pre-cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.