Frosinone-Torino: messaggio a tutti i tifosi gialloazzurri e tre rimedi contro i gufi

Il giorno della storia, il nostro giorno, è vicinissimo. I gufi si sono già piazzati intorno al Matusa. Ecco tre rimedi per sconfiggerli.

Ma quanto sono carini! Guardateli: sono tutti lì… pronti a demolirci, a deriderci, a pontificare sul nostro stadio, sulla nostra città, sulla nostra squadra e quant’altro. In provincia come nel resto d’Italia, la cantilena è sempre la stessa: prima la campagna acquisti senza colpi ad effetto, poi lo stadio inadeguato, infine il caos abbonamenti e la sconfitta in coppa. Persino l’organizzazione societaria è stata presa di mira, il tutto senza tener conto che prima di arrivare ad una qualsiasi nuova condizione di regime occorre un transitorio.

In sintesi: il Frosinone Calcio e tutto ciò che ruota intorno al club stesso, sono sotto le lenti d’ingrandimento di una vasta rappresentanza di gufi, più o meno interessati, prontissimi a sparare a zero già da domenica prossima, quando al Matusa arriverà il Torino per la prima storica partita dei gialloazzurri in Serie A.

I rimedi contro questo perenne sortilegio sono tre: primo, l’indifferenza, perché quanto accaduto il 16 Maggio 2015 è incancellabile, qualunque sia il becco aperto e starnazzante che parla indegnamente di noi e qualunque sarà la posizione di classifica del Frosinone a fine campionato. Secondo, la lungimiranza, perché questa serie A deve essere vista come un punto di partenza; il nostro obiettivo, difatti, è raggiungere una presenza più o meno stabile nella massima serie, per poter puntare, tra qualche anno ed a Casaleno ultimato, a qualcosa in più. Terzo, la pazienza intesa come sostegno continuo e senza compromessi: come abbiamo visto lo scorso anno, difatti, promozioni e salvezze arrivano anche al termine di filotti vincenti centrati nel finale del campionato.

Quindi, manteniamo la calma e tuffiamoci in questa nuova avventura. Ce la faremo ancora, alla faccia di tutti. Il giorno della storia è vicino, anzi, vicinissimo. Ci vediamo allo stadio, al bar o a casa a gridare Forza Leoni!

Menu