giovedì 21 agosto 2014

Frosinone: “Teatro tra le porte”: successo per “Canale Mussolini”

Si avvia a conclusione la rassegna “Teatro tra le porte”, che dall’inizio del mese di luglio sta allietando tutti i mercoledì sera numerosi spettatori nella splendida cornice naturale di piazza Valchera. Ieri sera è stata la volta del penultimo spettacolo in programma “Canale Mussolini” di Antonio Pennacchi con la regia di Clemente Pernarella, che ha più riprese ha suscitato applausi a scena aperta da parte del numeroso e competente pubblico. Una epopea clamorosa quella delle genti che abbandonarono i luoghi natii per raggiungere una terra che non conoscevano e dove non avrebbero trovato nulla di familiare. Trentamila persone sbarcate in un luogo e obbligate a ricostruire dal principio ogni relazione antropologica con l’ambiente e con la comunità sociale. Una epopea che viaggia, nel romanzo di Antonio Pennacchi, parallelamente alle vicende di una famiglia, la famiglia Peruzzi, e dei suoi componenti.

L’architettura dell’imponente opera letteraria si regge su un sistema continuo di rimandi dal particolare al generale, dal singolo alla collettività, dall’umano al metafisico, dal razionale all’istintivo. In tutto questo la famiglia Peruzzi diviene paradigmatica di tutte le famiglie emigrate dal Veneto e dal Ferrarese in Agro Pontino, vive e rappresenta una vicenda pregna di umanità nel senso più profondo. Il quadro storico serve ancora a supporto delle vicende dei singoli e, oltre a tracciare un affresco meraviglioso di un’epoca, ci consegna la precisa analisi di una nazione, quella che oggi viviamo, dando una lettura puntuale di alcune contraddizioni del nostro Paese e del nostro popolo tuttora irrisolte. Questi sono i temi di indagine della lettura teatrale, l’intento è andare dentro la stratificazione del senso e dei significati, utilizzando come fa Pennacchi un plot potente ed un linguaggio scientificamente reso dicibile dall’autore per cercare l’uomo: elemento teatrale primordiale e unico protagonista della storia.

Ora l’appuntamento per l’atto finale è per mercoledì 27 agosto con l’ultimo spettacolo in cartellone: “Moms” con Carla Ferraro, Corinna Lo Castro, Valentina Martino Ghiglia e Silvia Siravo, per la regia di Ferdinando Ceriani. Uno spettacolo scritto da sei mamme-attrici che hanno sopportato le agonie e le estasi della maternità. Uno sguardo incredibilmente divertente e profondamente toccante, intimo, graffiante, licenzioso sull’essere genitori oggi. Tra pannolini, notti insonni, pappette, biberon, mariti alla disperata ricerca di un momento di intimità, frustrazioni, pubertà, sesso, urla, pianti, strepiti e tanto, tanto amore per quei “mostriciattoli”, 4 attrici affiatatissime danno voce, corpo e anima a un intreccio di racconti e aneddoti oltraggiosamente divertenti.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.