20 dicembre 2013 redazione@ciociaria24.net

FROSINONE: Teatro, stasera “La Sciantosa” con Serena Autieri

Torna la stagione teatrale a Frosinone. Dopo quasi dieci anni di assenza, con la sola eccezione dell’edizione sperimentale dell’anno passato, il capoluogo riavrà a partire da domani sera, venerdì 20 dicembre 2013, una stagione teatrale davvero eccezionale. Ad aprire la rassegna teatrale domani sera alle ore 21 al Nestor la nota attrice Serena Autieri con l’opera “La Sciantosa” di Vincenzo Incenzo e la regia di Gino Landi. Da sottolineare che per l’opera suddetta si tratta del debutto assoluto in un teatro al chiuso, quindi per la nostra città un ulteriore motivo di orgoglio per essere stata scelta per questa prima.

Serena Autieri insieme ai suoi musicisti rilegge Elvira Donnarumma, detta “A capinera napulitana”, regina indiscussa dei cafè chantant d’inizio 900, anticonformista e antidiva, amata da Eleonora Duse e Matilde Serao. Dai brani più conosciuti e coinvolgenti, quali “A tazza’ e cafè” e “Come facette mammeta” a classici passionali immortali come “I te vurria vasà” e “Reginella”, sino a perle nascoste come “Serenata napulitana” e “Chiove”, oggi ascoltabili solo con il grammofono a tromba, Serena Autieri entra nei luoghi e nei codici del caffè concerto e del varietà, vero e proprio spartiacque tra la musica di Napoli che fu e quella che verrà, con un significativo lavoro di ricerca e rivalutazione nel repertorio dei primi del ‘900, prima che la canzone della “Bella epoque” ceda il passo all’inno patriottico con l’entrata in guerra dell’Italia. Tra una ”mossa”, una rima recitata e una lacrima, si ritrovano quelle radici poetiche e melodiche ottocentesche e quei profumi arabi, saraceni, americani che Napoli, crocicchio di riferimenti locali e stimoli provenienti da ogni latitudine, ha ruminato e restituito al mondo nella sua inconfondibile cifra.

L’amministrazione comunale così riesce nell’impresa di riportare nella nostra città personaggi di spicco della recitazione, con opere che stanno calcando i più importanti palcoscenici di città come Roma, Napoli e Milano. Un ulteriore successo consiste nell’aver raggiunto l’obiettivo di ridurre al minimo i prezzi degli spettacoli. Una scelta questa fortemente voluta e portata avanti dall’amministrazione comunale che, in un periodo di crisi economica come quella attuale, ha voluto comunque dare la possibilità al grande teatro di riaprire i battenti anche a Frosinone. Una scelta che è stata premiata dai positivi dati sulle vendite di abbonamenti e biglietti che stanno andando davvero a gonfie vele.

Altra importante novità di quest’anno è l’iniziativa rivolta agli studenti denominata “Teatro Matinèe”, con la quale si punta a coinvolgere gli studenti delle scuole del capoluogo facendoli partecipare alle rappresentazioni teatrali che si terranno sempre di mattina. Il debutto per “Teatro Matinèe” ci sarà sempre nella giornata di domani, alle ore 11 sempre con Serena Autieri e “La sciantosa”. Tutto questo a dimostrazione di come l’amministrazione guidata dal sindaco Nicola Ottaviani stia profondendo grandi sforzi e investimenti nella cultura, in particolare in un settore molto amato dal pubblico come il teatro.

“Sono davvero felice di debuttare a Frosinone – ha dichiarato lunedì scorso in conferenza stampa la bella e brava attrice partenopea Serena Autieri – dove si registra grande entusiasmo per il ritorno del teatro, dopo diversi anni di assenza. Voglio inoltre ringraziare l’amministrazione comunale per aver creduto, in un momento molto difficile del nostro Paese, nell’importante ruolo della cultura e del teatro in particolare”.

“E’ davvero con grande entusiasmo che annunciamo la stagione teatrale di Frosinone – ha commentato l’assessore alla cultura Giampiero Fabrizi – con una presenza di attori e spettacoli di un certo spessore. Ancora una volta la nostra amministrazione ha tenuto fede agli impegni presi con la cittadinanza ed è riuscita nell’intento di riportare il teatro con la T maiuscola nella nostra città. La presenza stessa della nota attrice Serena Autieri oggi a Frosinone e il crescente entusiasmo in città con abbonamenti e singoli biglietti che stanno andando a ruba, sono la testimonianza più bella che il voler puntare sulla cultura, come da sempre sta facendo questa amministrazione, sia una scelta saggia che proietta la città nel futuro”.

Questi nel dettaglio tutti gli spettacoli in programma al Nestor, nell’occasione rimesso a nuovo in grande spolvero, tutti con inizio alle ore 21, con il debutto il 20 dicembre di Serena Autieri con “La Sciantosa”. Poi a seguire: 8 gennaio “Lezioni Americane” con Giorgio Albertazzi, 24 gennaio “A ciascuno il suo” con Sebastiano Somma, Daniela Riggi e Gaetano Aronica, 7 febbraio “Italia mia Italia” con Maddalena Crippa, 17 febbraio “Ladro di razza” con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Roca Rey, 3 marzo “Erano tutti miei figli” con Mariano Rigilo, Anna Teresa Rossini, Rube Sigillo e Silvia Siravo, e 2 aprile “Cani e Gatti” con Luigi De Filippo

I prezzi per gli abbonamenti (otto spettacoli) sono per il primo settore 90 euro intero e 80 ridotto, secondo settore 80 euro intero e 70 ridotto, galleria 70 euro intero e 60 ridotto. Mentre per i singoli spettacoli i biglietti hanno il seguente costo: per il primo settore 16 euro intero e 15 ridotto, secondo settore 13 euro e 12 ridotto, galleria 11 euro intero e 10 ridotto. Per informazioni e acquisto abbonamenti e biglietti ci si può rivolgere ai seguenti recapiti: Multisala Nestor telefono 348 7749362 e info@multisalanestor.it oppure al comune di Frosinone ai numeri telefonici 0775 265586 e 0775 65591.

Menu