venerdì 30 ottobre 2015

Frosinone: si apparta con una prostituta ma non per “consumare”

Nel corso della nottata, i Carabinieri della Stazione di Ceccano, coadiuvati da quelli del Nucleo Radiomobile di Frosinone e della Stazione di Supino, hanno arrestato in flagranza di reato per “rapina aggravata” un 34enne del capoluogo, già censito.

L’uomo nelle prime ore della notte, dopo essersi appartato con una meretrice nigeriana, l’ha aggredita impossessandosi della somma di € 100 in contanti, dandosi poi alla fuga a bordo del veicolo a lui in uso. Una guardia giurata accortasi di ciò che stava accadendo, ha tentato di inseguirlo e contemporaneamente ha avvisato dell’evento la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, ma l’autore del reato è riuscito comunque a dileguarsi.

I militari operanti, si sono messi immediatamente alla ricerca del rapinatore e le accurate e celeri indagini consentivano di risalire al reale utilizzatore del veicolo, sul conto del quale gli investigatori sono riusciti a raccogliere una serie di precisi e concordanti indizi che hanno permesso di cristallizzare un quadro accusatorio tale che ha consentito di trarlo in arresto.

La donna subito dopo l’accaduto, veniva condotta presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Frosinone, dove i sanitari la giudicavano guaribile in giorni 3 s.c. per contusioni varie. L’arrestato, invece, dopo le formalità di rito è stato condotto presso il Tribunale di Frosinone per essere sottoposto a rito direttissimo, che si è concluso con la convalida dell’arresto e la sottoposizione dell’uomo all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.