Frosinone: sfonda una vetrina lanciando un mattone e ruba due prosciutti

Intorno alle 2 della scorsa notte è scattato l’allarme presso un noto caseificio della città di Frosinone. Sul posto arrivano sono arrivate le guardie particolari giurate che hanno riscontrato la rottura di una vetrina procurata dal lancio di un mattone. Gli agenti non hanno esitato a segnalare quanto accaduto alla sala operativa della Polizia di Stato che via radio ha informato le pattuglie presenti sul territorio.

Nello stesso momento una pattuglia della Volante stava effettuando dei controlli nei confronti delle persone sottoposte a misure di sicurezza verificando proprio l’assenza di un sorvegliato speciale. È bastato poco alla Polizia di Stato per collegare i due episodi. Subito è iniziata la caccia all’uomo che è stato notato camminare a passo veloce lungo la strada adiacente il noto caseificio.

L’uomo alla vista dei poliziotti ha abbandonato la borsa che trasportava e si è dato alla fuga in direzione di un condominio. Ha quindi scavalcato la recinzione e tentato di nascondersi dietro una siepe approfittando dell’oscurità ma è stato raggiunto dai poliziotti. Recuperata la borsa abbandonata si è scoperto che conteneva due prosciutti per un valore di 300 euro.

Per questi motivi il quarantunenne è stato arrestato e dovrà rispondere di furto aggravato e violazione della sorveglianza speciale. Questo il risultato della puntuale attuazione del protocollo d’intesa “Mille occhi sulla città” che prevede il constante flusso informativo tra gli istituti di vigilanza e le forze di polizia.

Menu