sabato 5 maggio 2012

Frosinone: premiati dall’assessore Abbate gli studenti di cinese della scuola media Ricciotti

La lingua del cinese, una lingua che fa riferimento ad un mondo in piena espansione, alla nazione vera locomotiva dell’economia internazionale, approda nelle aule delle scuole di Ciociaria. E lo fa grazie alla meritoria iniziativa della scuola media Ricciotti di Frosione che, nell’anno scolastico 2011-2012, ha voluto avviare lo studio della lingua del paese orientale.

Il Salone di Rappresentanza del Palazzo della Provincia ha ospitato la cerimonia di consegna agli studenti degli attestati del corso. Attestati consegnati ai giovani dalla dirigente scolastica Gnagni, dall’assessore provinciale alla cultura Antonio Abbate e dai rappresentanti dell’Istituto Confucio dell’Università “La Sapienza” di Roma.

“Mi complimento con la scuola media Ricciotti e con la preside Gnagni – ha dichiarato l’assessore Abbate – atteso che l’iniziativa dell’insegnamento della lingua cinese è una brillante intuizione. Oggi la Cina rappresenta la potenza economica per eccellenza, che si sta pian piano aprendo al mondo globalizzato. Permettere ai nostri ragazzi di conoscere la lingua di questo importantissimo paese significa dotarli di una marcia in più nel mondo del lavoro e delle opportunità. Non solo, significa operare anche per eliminare le barriere e creare un mondo più solidale, favorendo incontro e conoscenza. L’augurio che mi sento di rivolgere a questa meritoria iniziativa è che il cinese sia inserito stabilmente nel POF della scuola e che altre nostre realtà educative possano imitare l’intuizione della Ricciotti”.

L’assessore Abbate, al termine della cerimonia, ha omaggiato gli ospiti del Confucio con un dono: il volume che raccoglie l’intero corpus delle poesie di Libero De Libero.

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.