21 dicembre 2012 redazione@ciociaria24.net

FROSINONE – Polizia Locale: rimossi rifiuti pericolosi e bonificate due aree [FOTOGALLERY]

La Polizia Locale di Frosinone dichiara “guerra” allo smaltimento illecito di rifiuti e all’esecrabile fenomeno della proliferazione delle discariche abusive. Nei giorni scorsi, infatti, due importanti zone della città, via Portogallo e via Ponte La Fontana, sono state interessate da episodi di inciviltà che hanno portato all’abbandono di rifiuti pericolosi da parte di persone senza scrupoli.

Nello specifico si è trattato di televisori in via Ponte La Fontana e di lastre di amianto e pannelli di polistirolo in via Portogallo. Il corpo di polizia locale, su impulso del nuovo Comandante, Col. Carlo del Piano, ha messo in atto un pronto intervento finalizzato, da un lato, a predisporre l’immediata rimozione dei rifiuti e, dall’altro, quello di assicurare alla giustizia i responsabili di tali deturpazioni.

Questa mattina, venerdì 21 dicembre 2012, si è proceduto alla bonifica di entrambe le aree con la rimozione dei rifiuti. “Tra i molteplici compiti della polizia locale – ha detto il Col. del Piano – vi è, ovviamente, quello del controllo ambientale e della tutela della salute dei cittadini di Frosinone. L’attività svolta in questi giorni va proprio in questa direzione. La polizia locale continuerà a pattugliare e a controllare capillarmente il territorio, ma, al contempo, voglio rivolgere un appello alla cittadinanza, affinché si faccia partecipe del processo di tutela del paesaggio e della salute segnalandoci chi, incurante dello stato di salute dei propri concittadini, finanche i bambini, approfitta spesso delle ore notturne per abbandonare, sul nostro territorio, ogni genere di rifiuto.

La polizia locale produrrà ogni possibile sforzo per identificare i responsabili ponendoli di fronte alle loro responsabilità, penali, civili ed amministrative”. “Chiunque – conclude il Col. del Piano – avesse intenzione di sfidare la Legge è dunque avvertito, non ci saranno sconti per nessuno e le multe saranno salatissime”.

[nggallery id=50]

Menu