1 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

FROSINONE – Parte l’isola pedonale in via Aldo Moro. Si inizia il 3 e il 4 novembre

Creare una città sostenibile, liberandola dal traffico e dallo smog, incentivando il trasporto pubblico e forme alternative di mobilità, compresa l’istituzione di isole pedonali. La Giunta Ottaviani, con apposita deliberazione adottata mercoledì scorso (31 ottobre 2012), ha licenziato l’istituzione, in forma sperimentale per il mese di novembre a partire dal week end del 3 e del 4 novembre, dell’isola pedonale in via Aldo Moro, dando inizio al ciclo virtuoso finalizzato a mettere in campo tutti quegli strumenti per migliorare la qualità della vita dei cittadini di Frosinone. Tenendo, quindi, ben presente l’obiettivo programmatico da perseguire, è stato deciso di dare l’avvio di una sperimentazione di pedonalizzazione nell’area della zona bassa della città, e precisamente nel tratto di via Aldo Moro compreso tra via Arno e piazzale De Matthaeis, nei fine settimana di novembre, quando la forte concentrazione di pedoni rappresenta un oggettivo problema di sicurezza per l’utilizzazione promiscua di tale area con il transito veicolare.

Più dettagliatamente, nelle giornate di sabato, il tratto di via Moro che va da via Arno a piazzale De Matthaeis sarà destinato ad isola pedonale riservata al transito dei pedoni, con conseguente interdizione alla circolazione e sosta dei veicoli, dalle ore 20 alle ore 24, mentre nelle giornate di domenica le fasce orarie andranno dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 21.

Fanno eccezione alla restrizione alla circolazione e alla sosta:

– i velocipedi: accesso consentito nel rispetto delle prescrizioni imposte dal Nuovo Codice della Strada. Quando impedito con ostacoli fisici, l’accesso è consentito impegnando il marciapiede con veicolo a mano, adottando tutte le possibili cautele per non creare intralcio o danni ai pedoni e dando loro la precedenza. La sosta ai velocipedi è consentita solo negli spazi all’uopo indicati da idonea segnaletica ed attrezzati con rastrelliere;

– i veicoli adibiti a servizi di polizia o antincendio e autoambulanze: accesso consentito in servizio di emergenza con dispositivi inseriti. E’ consentita la sosta negli spazi riservati;

– i mezzi operativi per la raccolta dei rifiuti e per lo spazzamento dello strade: accesso consentito solo per lo svolgimento dei servizi di istituto da svolgersi all’interno dell’area pedonale. E’ vietato l’utilizzo di tale area per finalità di attraversamento o comunque non strettamente collegate alla pulizia;

– i veicoli diretti ad autorimessa: per i veicoli i cui proprietari dispongono di autorimessa all’interno dell’area pedonale, è consentito l’accesso secondo il percorso più breve.

I provvedimenti adottati si inseriscono in quel quadro di misure necessarie per assicurare la migliore vivibilità complessiva della città e più adeguati livelli di protezione, riducendo i rischi derivanti dall’inquinamento acustico ed ambientale e contribuendo a migliorare in generale la sicurezza della circolazione.

Menu