Pubblicità
martedì 27 marzo 2012

Frosinone – Ottaviani: “L’urbanistica come strumento per ricucire il territorio”

E’ questa la ferma convinzione di Nicola Ottaviani, candidato a sindaco al Comune di Frosinone, che così argomenta: “un’amministrazione moderna, attenta ed adeguata alle nuove problematiche sociali che investono il capoluogo non può non tener conto della necessità di pianificare lo sviluppo dell’ambiente urbano. Troppe volte, in passato, le scelte dell’amministrazione comunale si sono rivelate frutto d’interventi privi di una visione d’insieme ed, in alcuni casi, addirittura dissennate e fuori da ogni logica programmatoria”.
“La nuova pianificazione di carattere generale – continua Ottaviani – deve tener conto degli insediamenti abitativi sviluppatisi nel corso degli ultimi anni in modo spontaneo ed incontrollato, sbloccando anche i permessi in sanatoria rimasti nei cassetti che, laddove consentito dalla legge, contribuiscono a definire il contesto edilizio. In realtà, oltre al centro storico, vi sono vaste aree della periferia urbana quali, ad esempio, Maniano, San Liberatore, la Forcella, la Pescara che necessitano di una corretta pianificazione di dettaglio, con la dotazione di servizi primari non ulteriormente rinviabili”.
“Per non parlare poi – prosegue Ottaviani – della zone di via Marittima e di via Aldo Moro, fino ad arrivare al quartiere Madonna della Neve, ove sono presenti aree private da recuperare o con la cosiddetta edilizia diretta dell’articolo 18, o con altre forme di compartecipazione tra pubblico e privato, garantendo gli standard di verde e di vivibilità essenziali per un capoluogo di provincia”.
“L’urbanistica – conclude Ottaviani – è oggi, più che mai, un’opportunità irripetibile per lo sviluppo del territorio e per la tutela dell’ambiente, che può essere gestita solo con competenza e trasparenza ed in funzione dell’interesse pubblico generale”.

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.