giovedì 4 ottobre 2012

FROSINONE – Operazione “catene spezzate”, sgominata organizzazione nigeriana che schiavizzava con riti Voodoo

Sgominata organizzazione nigeriana che ricorrendo a riti Voodoo si è resa responsabile di tratta di esseri umani e riduzione in schiavitù.

Una vera e propria organizzazione criminale transnazionale quella che stamattina è finita nella rete della Squadra Mobile di Frosinone. Otto le ordinanze di custodia cautelare eseguite dalla Polizia di Stato nei confronti di quattro cittadini nigeriani ed altrettante connazionali, residenti e/o domiciliati in varie province italiane tra cui: Caserta, Frosinone, Palermo, Parma e Viterbo. Pesanti le accuse che vanno dalla tratta di esseri umani, alla riduzione in schiavitù, al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina per finire allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione anche minorile.

L’indagine, avviata circa un anno fa, si sviluppa sulle dichiarazioni rese agli investigatori della Polizia di Stato da profughi libici arrivati in Italia dopo la rivoluzione contro il regine di Gheddafi. Le mutate condizioni politico-sociali della Libia hanno infatti aperto nuovi orizzonti alle organizzazioni malavitose strutturate su schemi piramidali di tipo mafioso, consentendo loro di estendere i tentacoli criminali verso l’Europa.

L’organizzazione criminale si articola secondo una precisa e rigorosa scala gerarchica. Al vertice ci sono i “ Baba”, veri boss del gruppo, in subordine le “ Maman”, veri e propri luogotenenti che gestiscono le ragazze ridotte a schiave del sesso in Italia ed Europa e per finire i “Maman Boys” ovvero la manovalanza, veri e propri controllori e corrieri incaricati di accompagnare le ragazze fingendosi coniugi o parenti.

Il gruppo malavitoso ha agito introducendo nel consueto schema operativo delle novità. Le donne infatti, reclutate per essere avviate al mercato del sesso, non sono state costrette a prostituirsi in strada con l’obbligo di restituire 30.000 euro, somma precedentemente pattuita per guadagnarsi l’ingresso in Italia, ma all’interno di case chiuse. Le “ Connection Houses” utilizzate come case dell’amore, erano state riservate esclusivamente ad una clientela di colore che, se da un lato avrebbe assicurato minori guadagni, dall’altro avrebbe garantito una maggiore omertà.

Ulteriore novità, nell’attività dell’organizzazione, è rappresentata dalla simulazione di rapporti coniugali escogitata per evitare il respingimento dell’istanza di riconoscimento dello status di rifugiato politico. Le indagini della Squadra Mobile, con il coordinamento del Servizio Centrale Operativo che ha raccolto analoghe denunce presentate in altri paesi europei, hanno consentito di evidenziare il ruolo determinante delle “ Maman” sulle vittime, costrette, mediante il ricorso a riti Voodoo, a sottostare a qualsiasi richiesta e assoggettate ad una totale prigionia sotto la opprimente e pericolosa sorveglianza dei “ Maman Boys”.

Tra le diverse vittime cinque, tra cui una quindicenne, sono state individuate ed ascoltate dai poliziotti della Squadra Mobile di Frosinone. Tutte hanno confermato di essere state costrette con la forza ed il suggello dei riti Voodoo a raggiungere l’Italia dove avrebbero dovuto proseguire la loro attività di prostituzione sotto la tirannia dell’organizzazione. Tutte raccontano storie di minacce, morti promesse e maltrattamenti utilizzando un filo elettrico come frusta o mostrano cicatrici sul corpo per i morsi ricevuti.

Private della libertà venivano costrette a prostituirsi ed i compensi ottenuti dal meretricio diventavano di esclusiva proprietà dei “ Capi”. Questa assoluta soggezione delle vittime, emersa dalle indagini, ha consentito al P.M. della D.D.A.  Dott. Caporale di contestare agli indagati il gravissimo reato di riduzione in schiavitù.

Il GIP del Tribunale di Roma, Dott. Caivano, esaminati gli atti, ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere riconoscendo senza ombra di dubbio che il sodalizio criminale, attraverso la pratica del rito Voodoo, aveva ridotto e mantenuto in uno stato di completa soggezione le vittime che, private di ogni libertà di autodeterminazione e movimento, venivano costrette ad esercitare la prostituzione.

Al termine delle indagini le cinque ragazze sono state affidate a strutture specializzate per la protezione ed il recupero psicologico, mentre gli indagati sono stati assicurati alla giustizia mediante arresti eseguiti tra le città di Frosinone, Caserta e Palermo.

Il capolista di “Centro solidale” per Zingaretti: «I cittadini premieranno l’alleanza del fare». L'evento si svolgerà a partire dalle 16:30.

Maltempo - Scuole chiuse in diversi comuni, ecco quali
14 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Fosinone e la Ciociaria si avvicinano all’ora x. L’ora indicata dalle previsioni meteo fatta di grande freddo, gelate ...

Maltempo, blocco alla circolazione per i mezzi di oltre 7,5 t. su tutte le strade della Provincia
8 ore fa

FROSINONE TODAY - A seguito dei recenti avvisi meteo del Dipartimento di Protezione Civile e del Centro Funzionale della Regione Lazio, che hanno ...

Monte San Giovanni Campano, frana un costone su via Fontana Magna. Disagi alla viabilità
17 ore fa

FROSINONE TODAY - Il maltempo di questi giorni sta provocando dei disagi anche nelle zone di Monte San Giovanni Campano dove nelle giornata ...

Ferentino, notte di furti in bar e sale giochi. Bucano un muro e si portano via tre slot
14 ore fa

FROSINONE TODAY - Due furti in piena notte nel comune di Ferentino. Nel primo caso i ladri sono stati messi in fuga dal ...

Paliano, strage di cani nelle campagne. Trovati 6 esemplari morti
12 ore fa

FROSINONE TODAY - Strage di cani a Paliano. Questa mattina, alcuni abitanti del posto hanno trovato sulla strada di Colle della Madonna, in ...

La Volvo XC60 è l'auto più sicura del 2017 secondo i test Euro NCAP
5 giorni fa

AUTOSHOW24 - Euro NCAP elegge le Best in Class del 2017 e la XC60 di Volvo Cars si conferma come la vettura con le migliori prestazioni sia nella categoria dei fuoristrada di grandi dimensioni sia in assoluto.

Inossidabile Fiesta: la piccola di casa Ford diventa grande
5 giorni fa

AUTOSHOW24 - Plus, Titanium, ST-Line e Vignale: quattro abiti nuovi di zecca per una vettura che oramai è un'autentica bandiera.

E tu che Tipo sei? Be Free o Be Free Plus?
6 giorni fa

AUTOSHOW24 - Grandi novità per quel che riguarda la gamma Tipo.

Uilm: «Tutte le nuove speranze per i 532 mandati via da Fca»
2 giorni fa

THESTARTUPPER - Al congresso provinciale Uilm, il segretario generale indica le nuove prospettive per i 532 precari ai quali non era stato rinnovato il contratto in Fca nello scorso novembre.

In Valcomino nasce il primo bio - distretto del Lazio
2 giorni fa

THESTARTUPPER - La giunta regionale ha varato oggi il primo distretto biologico del Lazio. Chi ne fa parte. A cosa serve. E quali opportunità può portare all'economia ed all'occupazione del territorio.

Europrogetto DTT, la Regione Lazio ha candidato Frascati
5 giorni fa

THESTARTUPPER - Realizzare in sette anni un impianto in grado di fornire energia elettrica da fusione nucleare entro il 2050. Si chiama DTT, Divertor Tokamak Test ed e' il progetto europeo a cui la Regione Lazio ha candidato il centro Enea di Frascati.