giovedì 29 marzo 2012

Frosinone: Marina Kovari, candidata a Sindaco, ospite del Laboratorio Civico Scalo

Lunedì sera la candidata a Sindaco Marina Kovari, che rappresenta lo schieramento di sinistra composto da SEL, PRC e La Colomba, lista civica FrosinoneBeneComune, è stata ospite del Laboratorio Civico Scalo. “Ascoltare i comitati cittadini, che conoscono i loro quartieri, i problemi e sono in grado di esprimere soluzioni concrete, e’ per noi naturale dopo aver trascorso l’ultimo anno e mezzo ad elaborare il Programma politico grazie al contributo dei cittadini  che vivono Frosinone. Sta a noi, rappresentanti dei cittadini, coglierle e attuarle per il bene collettivo. Il tema urbanistico e’ stato al centro della discussione con i cittadini intervenuti a lamentare il grave disagio di chi abita il Quartiere Scalo. La prima Delibera della Giunta Kovari sara’ quella che dara’ il via al nuovo Piano Urbanistico Generale Comunale.>>  ha dichiarato la Kovari <<Fino all’approvazione delle linee Guida, sara’ possibile solo ristrutturare gli edifici esistenti o demolire e ricostruire. Basta con l’edilizia sparsa senza alcuna programmazione e pianificazione dello sviluppo del  Il Piano si farà utilizzando gli strumenti della democrazia partecipata, dando a ogni singolo cittadino, movimento, associazione, comitato la possibilità di lavorare con la Pubblica Amministrazione nella sua stesura. Perché la Frosinone che vogliamo deve essere costruita con la collaborazione di tutti. Perché la città deve essere restituita ai cittadini, deve essere ripensata a misura di cittadino>>.

Altro tema affrontato durante la serata, quello del nodo ferroviario.  <<Non è pensabile spostare la stazione come qualcuno suggerisce: la stazione è il cuore pulsante di una città, è il luogo di incontro, il punto di partenza e di arrivo per scoprire la Ciociaria. La stazione, con il concorso delle Ferrovie e dei privati, deve diventare la porta d’accesso del Basso Lazio. Deve contenere tutti quei servizi e attività commerciali utili al viaggiatore, sia esso pendolare, turista o semplicemente di passaggio. Deve garantire uno spazio verde dove trascorrere un’ora se abbiamo perso il treno. Deve essere il punto di collegamento per raggiungere ogni altro comune della Ciociaria>> prosegue la Kovari <<La stazione Cotral dovrà finalmente essere spostata e tutta l’area antistante la stazione, dopo aver concertato l’iniziativa con il Demanio, dovra’ essere restituita alla citta tutta con una grande Piazza cittadina, luogo di incontro e socializzazione di tutti.t>>.

Infine il tema della viabilità, caro al Laboratorio, che per la Kovari non va affrontato con interventi spot, utili a tamponare emergenze: va affrontato con una Carta della mobilità integrata e sostenibile, uno strumento tecnico e ragionato che fornirà ai cittadini diversi mezzi di trasporto in un mix che incoraggi la scelta di quelli pubblici, oltre che privati. <<La città deve essere connessa integralmente, non ci devono essere zone d’ombra: accanto alla viabilità stradale dobbiamo utilizzare le aree verdi, oggi inaccessibili: possono diventare corridoi (“ecologici”) di collegamento urbano.>> Così, accanto all’automobile, con pochissimi interventi infrastrutturali a costi contenuti, si potrà scegliere una navetta a basso impatto, una pista ciclabile, una passeggiata lungo il fiume Cosa. E di qui i rappresentanti del Laboratorio hanno rappresentato le difficoltà del Parco sul fiume Cosa. <<I parchi urbani sono “boccate d’aria pulita” nei tessuti urbani. Il Cosa può diventare un museo a cielo aperto per le scuole, un’area da tutelare per le specie floro-vivaistiche, un corridoio ecologico che collega la città. Lo spazio adiacente alla scuola Pietrobono potrebbe diventare uno dei punti di accesso privilegiati, con box informativi, parcheggi e aree di accoglienza per le scolaresche>>.

Il dibattito, durato fino a tarda serata, si e’ concluso con un piccolo regalo della Kovari che ai presenti a lasciato dei semi di una varietà di pomodoro bianco, tipico della Ciociariama oramai praticamente scomparso dai nostri campi, con l’augurio di seminare oggi i buoni frutti della città del futuro.

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.