FROSINONE – la Guardia di Finanza scopre supermarket del falso in pieno centro

La Guardia di Finanza di Frosinone, nell’ambito delle attività di vigilanza, sia preventiva che repressiva, sul mercato dei prodotti contraffatti, ha predisposto, nelle ultime settimane, un articolato dispositivo di contrasto, volto a garantire una incisiva sorveglianza su tale fenomeno. I servizi di vigilanza si ascrivono nell’ambito delle attività di controllo economico del territorio, tese ad assicurare il regolare funzionamento del mercato dei beni e servizi ed a reprimere fenomeni illeciti di natura economico-finanziaria.

In particolare, i Finanzieri della Compagnia di Frosinone hanno portato a conclusione nella giornata odierna un sequestro nei confronti di un cittadino italiano di origine campana che, in pieno centro e del tutto abusivamente, aveva aperto un punto vendita di prodotti di abbigliamento contraffatti. L’attività illecita avveniva all’interno di un piccolo locale privo di qualsivoglia insegna identificativa, ma ben fornito di capi griffati di ogni genere, quali scarpe, maglie e giubbotti,  tutti, ovviamente, contraffatti.

Sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro complessivamente più di 4000 capi, per un valore di oltre 200.000 euro e sono stati apposti i sigilli all’immobile adibito all’attività illecita ed ai mezzi utilizzati per porre in essere l’attività illegale. Le attività repressive in tale comparto tendono a tutelare, oltre agli operatori economici che operano nella legalità, anche i consumatori, che rischiano di acquistare merci potenzialmente nocive per la salute, in quanto prodotte fuori degli standard di sicurezza dell’Unione Europea o sostanze vietate.

Menu