5 febbraio 2016 redazione@ciociaria24.net

Frosinone-Juve: la domenica storica è arrivata. In città misure di sicurezza imponenti

Si è tenuta questa mattina in Questura l’ultima riunione operativa in vista dell’incontro di calcio in programma domenica al Matusa tra il Frosinone e la Juventus. Il Tavolo Tecnico – presieduto dal Questore Santarelli – al quale hanno partecipato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e degli Enti che a vario titolo sono chiamati a concorrere nei servizi di ordine e sicurezza pubblica, ha definito il “ piano di sicurezza” in quella che è forse la partita più attesa della stagione.

Nessuna preclusione era stata posta in sede di GOS circa le regioni di provenienza dei tifosi ospiti e pertanto altissima sarà la presenza di tifosi bianconeri “ locali”. Per loro, come è ormai consuetudine per le partite di cartello, è pronta l’area della ex Permaflex da dove verranno accompagnati allo stadio a bordo dei bus navetta. A tal proposito, con la preziosa collaborazione della Società Autostrade e della Polizia Stradale, i pannelli luminosi presenti sulla tratta autostradale interessata saranno “ dedicati” ad informare i tifosi ospiti circa l’uscita consigliata e l’itinerario per raggiungere l’area di raccolta.

Sono state ampiamente illustrate le limitazioni alla circolazione stradale in città studiate per assicurare a tutti il massimo standard di sicurezza e limitare al minimo l’impatto sulla città analogamente a quanto avvenuto per il turno infrasettimanale dello scorso mercoledi. In tale ottica sarà ribadito, come per la gara con il Bologna, il divieto di vendita di alcolici e superalcolici negli esercizi pubblici all’interno ed in prossimità dello stadio e tutte le altre bevande dovranno essere consumate in bicchieri di plastica.

Infatti, proprio in occasione della partita di mercoledi il personale della Polizia di Stato della Divisione P.A.S.I. impegnato nello specifico servizio antiabusivismo, ha contravvenzionato due esercenti che servivano agli avventori bevande alcoliche non consentite ed in bottiglie di vetro. Inoltre il commercio ambulante itinerante sarà vietato nella zona intorno all’impianto sportivo, in particolare in : viale Mazzini – via Mola Vecchia – via Aldo Moro – via Piave – via Marittima – piazza Caduti di via Fani – viale Kennedy – via Ciamarra – via Fontana Unica – via Superga – piazza Martiri di Vallerotonda.

La presenza della “Vecchia Signora” richiamerà intorno allo stadio tanti simpatizzanti che, non avendo potuto acquistare il biglietto d’ingresso, sperano comunque di poter in qualche modo vedere i loro beniamini. Pertanto già dalle prime ore della mattinata sarà creata un’area di rispetto intorno allo stadio con il posizionamento di Betafence e transenne e saranno intensificati i servizi di controllo del territorio soprattutto nei punti di accesso al capoluogo al fine di captare tifosi in arrivo e convogliarli presso le località individuate.

Una massiccia presenza di tifosi si prevede, inoltre, anche presso l’Hotel Bassetto di Ferentino, dove la squadra giungerà nella serata di sabato. Anche qui saranno predisposti accurati servizi di ordine e sicurezza pubblica, ma soprattutto di viabilità sulla S.R. Casilina per evitare pericolosi attraversamenti su un’arteria viaria ad altissima densità di traffico. Proprio per garantire la sicurezza di tutti coloro, tifosi e non, che si troveranno a gravitare in quella zona sono stati studiati dei percorsi alternativi che saranno disciplinati con l’ausilio della Polizia Stradale, della Polizia Locale di Ferentino e della Protezione Civile.

Sia l’impianto sportivo che le zone adiacenti, soprattutto quelle ritenute più “sensibili”, saranno bonificate con l’ausilio di unità cinofile e specialisti della Polizia di Stato, mentre il controllo dall’alto verrà assicurato dall’elicottero che riverserà le immagini direttamente nella sala GOS dello stadio consentendo di seguire in tempo reale le fasi di afflusso e deflusso delle tifoserie, l’arrivo delle squadre ed il monitoraggio di tutto lo stadio. Massima sarà l’attenzione nei controlli ai pre-varchi ed ai varchi, anche con l’utilizzo dei metal detector, pertanto – ha concluso il Questore – viene ribadita la necessità di avvicinarsi alla partita con largo anticipo rispetto all’orario d’inizio dell’incontro. Tutto è stato organizzato perché l’atteso incontro si svolga senza criticità per l’ordine e sicurezza pubblica, offrendo ai tifosi l’occasione di partecipare ad una sana competizione agonistica cercando di ridurre al minimo i disagi per i cittadini.

Menu