CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
venerdì 27 gennaio 2017 redazione@ciociaria24.net

Frosinone inaugura il nuovo mercato di Piazzale Europa. Ottaviani soddisfatto, alcuni residenti no

È stato inaugurato questa mattina, alla presenza del sindaco, Nicola Ottaviani e del Prefetto, S.E. Emilia Zarrilli, il nuovo mercato di piazzale Europa, che ha beneficiato della benedizione impartita da don Dino, parroco della vicina chiesa di santa Maria Goretti. L’esordio della nuova struttura è stato salutato dalla presenza, numerosissima, di cittadini; nessuna problematica è stata riscontrata durante il primo giorno di trasferimento dei banchi dalla vecchia collocazione del Casaleno alla nuova di piazzale Europa.

Diverse le novità che hanno accompagnato il ritorno del mercato all’interno della cinta urbana: innanzitutto, i frequentatori del mercato potranno finalmente usufruire di servizi igienici decorosi, posti all’interno delle aree di proprietà comunale del centro commerciale del Forum. A garanzia della sicurezza dei cittadini, inoltre, l’amministrazione Ottaviani ha previsto una postazione di pronto intervento sanitario: in piazzale Europa sosterà infatti, ogni giovedì, un’ambulanza della Croce Rossa italiana con personale specializzato e dotata, tra l’altro di un defibrillatore.

“Il nuovo mercato di piazzale Europa – ha detto il sindaco, Nicola Ottaviani – può contare sulla presenza di circa 280 banchi, diventando, per dimensioni e importanza, uno dei più grandi dell’Italia centrale. Con il trasferimento voluto dall’amministrazione e il ritorno all’interno del perimetro urbano, espositori e cittadini usufruiranno, ora, di una posizione baricentrica, pensata per assicurare maggiore visibilità, una comodità superiore ai visitatori nel raggiungere i banchi, e una disposizione più coerente e razionale, dal punto di vista logistico. Il numero degli operatori è destinato a crescere perché la collocazione, in piazzale Europa, è certamente più appetibile. Ai residenti sono stati destinati appositi varchi di accesso. Era importante, innanzitutto, che il progetto fosse avviato; la viabilità e ogni aspetto riguardante il mercato saranno, sicuramente, suscettibili di miglioramento, partendo, ad ogni modo, dall’assunto che, con questo trasferimento in piazzale Europa la città, i residenti e il mercato stesso possiedono qualcosa in più. I quartieri – ha concluso il sindaco – se vissuti dal punto di vista della socialità, dell’aggregazione, dello scambio commerciale, della collettività, raggiungono piena integrazione nel tessuto urbano. In particolare, nel quartiere di Selva Piana ciò sta avvenendo grazie alla presenza del mercato, al quale si aggiungerà il prossimo trasferimento degli uffici della Polizia locale e della Protezione civile, che troveranno sede all’interno del Forum. Più servizi, più occasioni di scambio sociale, più sicurezza e decoro, concorrono alla riqualificazione e valorizzazione del tessuto urbano. In questo modo, il profilo identitario dell’intera città potrà sicuramente beneficiare di ulteriori tasselli nel settore economico e commerciale. Devo ringraziare, per l’enorme lavoro svolto in questi mesi, il dirigente dott. Antonio Loreto e l’intero settore commercio, a partire dal dott. Claudio Carbone, il Comando della Polizia municipale, le associazioni di categoria che hanno collaborato, e i volontari e operatori diretti, come Giuseppe Nardoni e, naturalmente, tutti i cittadini di Frosinone che hanno riscoperto oggi, e riscopriranno nelle prossime settimane, il piacere di incontrarsi e fare acquisti all’interno della cinta urbana”.

Un gruppo di residenti di Corso Francia n. 35, tuttavia, non la pensano come il sindaco. Queste le loro dichiarazioni riportate oggi sul quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi: «Siamo sequestrati in casa, non possiamo uscire con le nostre auto, altrimenti ci multano. E se qualcuno si sente male? Come lo soccorrono? Qui ci sono persone che devono portare i figli a scuola, andare a lavorare. Insomma vivere il proprio quotidiano. Abbiamo detto ai vigili che oggi andremo dai carabinieri a denunciare il Comune per sequestro di persona. Non ce l’abbiamo con gli ambulanti e neppure con l’ubicazione del mercato, mavogliamo uscire e rientrare dalle nostre case liberamente». Il primo cittadino di Frosinone ha replicato così alla protesta: Sono stati lasciati dei varchi per i residenti che verranno ulteriormente migliorati. L’importante era partire, la viabilità e tutto quello che è l’accesso alla pubblica via sicuramente è suscettibile di un miglioramento. Oggi il mercato è strapieno, sintomo di gradimento della città e dei residenti».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
Menu