11 dicembre 2013 redazione@ciociaria24.net

FROSINONE – FULVIO DE SANTIS SI E’ DIMESSO: OTTAVIANI: “PROFONDO DOLORE PER L’ACCADUTO”

Fulvio De Santis, vicesindaco di Frosinone arrestato stamane con l’accusa di corruzione nell’ambito di una inchiesta condotta dalla procura di Monza e dalla Guardia di Finanza, inerente ad un presunto sistema di tangenti per appalti nel settore dei rifiuti, ha rimesso il suo mandato nelle mani del sindaco Nicola Ottaviani.

Queste le dichiarazioni del primo cittadino di Frosinone: “La vicenda ha sicuramente un risvolto sia umano, sia giudiziario. Sotto il profilo umano è pleonastico affermare che il dolore per l’accaduto è sicuramente profondo, e l’assessore De Santis non ha esitato un attimo a dimettersi, per favorire una veloce risoluzione del tutto, pur rappresentando di non avere alcuna responsabilità diretta e personale. Sotto il profilo giudiziario, è normale che l’autorità competente svolga tutti gli accertamenti di legge, per le ovvie esigenze di giustizia. L’autorità giudiziaria dispone di tutti gli strumenti adeguati per fare chiarezza e piena luce su tali fatti”.

L’inchiesta delle fiamme gialle e dei magistrati brianzoli riguarda una serie di appalti per un valore complessivo di oltre 260 milioni di euro, che, come riportato da ilmessaggero.it sarebbero stati truccati tramite il pagamento di tangenti a politici locali e funzionari pubblici che, in cambio, si sarebbero adoperati direttamente e indirettamente per manipolare le procedure delle gare d’appalto. La Guardia di Finanza ha arrestato complessivamente 26 persone tra cui, come anticipato, De Santis.

Intanto Ottaviani ha convocato la giunta per attivare la procedura di sospensione dell’aggiudicazione della raccolta dei rifiuti solidi urbani alla ditta Sangalli, in attesa degli accertamenti disposti dall’autorità giudiziaria e delle verifiche amministrative che saranno operate dagli uffici comunali.

Menu