Frosinone e il grande stadio al Casaleno: in campo anche la Provincia

“La promozione nella serie cadetta del Frosinone per la seconda volta ha registrato una novità molto importante rispetto alla prima esperienza conclusasi tre stagioni orsono: la partecipazione corale di una tifoseria che non è solo cittadina del Capoluogo ma allargata al territorio provinciale. Tanti e nutriti, infatti, i gruppi di tifosi contrassegnati con il nome di varie città della provincia. La visibilità donata da una vetrina nazionale, pedissequamente seguita dai media di ogni genere, è davvero un’occasione buona per il nostro territorio che, a mio modo di vedere, deve farne tesoro per amplificare le proprie caratteristiche, la sua bellezza, le sue bontà indiscutibili. Per mettere a frutto tali possibilità occorre una percezione più corale del territorio.

La Provincia di Frosinone, dunque, farà la propria parte come può per favorire un processo di crescita delle realtà sportive del Capoluogo in quanto tale, come centro di riferimento di un vasto territorio e delle sue istanze che sono (non dobbiamo mai sottovalutare questo aspetto) anche di visibilità, di immagine, di valori buoni quali quelli sportivi possono e devono rappresentare. Intanto, per esempio, il nuovo stadio che si vuole realizzare rendendo finalmente utilizzabile un’opera , di fatto rimasta incompiuta da circa quarant’anni come è il “Casaleno”, può vedere il contributo della Provincia di Frosinone. Stiamo infatti lavorando per reperire nostre risorse in sintonia con il Sindaco Nicola Ottaviani al fine di contribuire alla messa in sicurezza della tribuna centrale del nuovo stadio e alla realizzazione della nuova copertura. In tal senso, trascorsi i tempi tecnici necessari, sigleremo con il Comune di Frosinone un protocollo d’intesa per sancire la collaborazione istituzionale tra i nostri Enti. Lo stadio di Frosinone è infatti un patrimonio pubblico, può diventare un punto di riferimento importante per lo sport di tutto il territorio”.

Menu