Pubblicità
venerdì 2 marzo 2012

Frosinone, Codici: Il 3 Marzo sit in contro Equitalia


 

L’Associazione Codici organizza domani 3 marzo a partire dalle ore 10.00 un sit in pacifico contro quella che definiamo la dis-Equitalia sociale.

Lo scopo è di ricordare tutte le vittime di Equitalia, da chi ha avuto gravi problemi finanziari a chi si è addirittura suicidato perché impossibilitato a far fronte alle richieste di pagamento del Gestore di Stato del recupero crediti.

“Sono 400 le vittime solo nel 2011 – commenta Luigi Gabriele, Segretario Provinciale del Codici – più di una vittima al giorno. Inoltre sta diventando spregiudicato l’utilizzo, da parte dell’Ente riscossore, del cosiddetto “pignoramento sui beni mobili ed immobili”, che a volte avviene anche per cifre irrisorie, cagionando dei veri e propri “black out” finanziari e gestionali, sia ai singoli contribuenti che alle imprese. Tutto questo – prosegue Gabriele – ha provocato e provoca un aumento esponenziale di chiusure di attività, di pignoramenti di beni necessari per le attività imprenditoriali, o addirittura di pignoramenti di beni per mancati pagamenti di fatture di utenze che gli utenti non hanno versato per cause legate a disservizi o perché inerenti a somme non dovute”.

Con tale comportamento e con questa freddezza organizzativa, si sta generando una spirale drammatica che vede i cittadini costretti a fare un uso spropositato di richieste di finanziamenti per credito al consumo o, spesso, a rivolgersi a usurai per poter sanare le proprie posizioni con l’ente.

Ma Equitalia è questo e altro ancora. Ricordiamo, infatti le maggiori irregolarità:

-Tassi oltre la soglia usura;

-ipoteche e fermi immobiliari pilotati;
-chiusura attività sane;
-assunzioni dei dipendenti delle banche senza concorso
-dirigenti nominati dalla politica

Da ciò deriva:

-chiusura di numerose attività per impossibilità di far fronte a i crediti;
-impossibilità delle aziende di giungere a un ripianamento dei propri debiti tributari con l’accumularsi di ulteriori debiti verso creditori;
-fallimento di attività;
-impossibilità di pagare dipendenti o ristrutturare  piani aziendali;
-esposizione di aziende al rischio usura;
-sovra/indebitamento;

“Accenderemo dei lumi funerari in ricordo dei cittadini defunti per tali cause e per segnalare al Governo la necessità di rivedere tutte le impostazioni e le modalità di recupero crediti – conclude Gabriele.

Codici invita tutta la cittadinanza e la stampa   a partecipare alla manifestazione:  sabato 3 Marzodalle ore 10.00 alle ore 13.00 a Frosinone in Via Mascagni davanti la sede del III Municipio Scalo.

Pagina Facebook dedicata all’evento

http://www.facebook.com/events/254157974666436/?context=create

 

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.