giovedì 16 Gennaio 2014

FROSINONE – Centro trasfusionale a rischio. Ottaviani: “Ipotesi da scongiurare”

“L’ipotesi di trasferimento del Centro Trasfusionale da Frosinone a Roma è da scongiurare, per evitare l’ennesimo schiaffo e l’ennesimo scippo ad un territorio, come quello della provincia di Frosinone, ridotto ormai allo stremo. Auspico che la notizia della volontà di procedere da parte della Regione Lazio al riordino dell’attività del sistema trasfusionale regionale, come da decreto del commissario ad acta del Servizio Sanitario Regionale del Lazio n. U00480 del 6 dicembre 2013, rimanga una mera idea e non si traduca in realtà.

Se così non fosse ci troveremmo davanti ad un atto fortemente ed ulteriormente lesivo e penalizzante per la sanità del capoluogo e dell’intera provincia di Frosinone, in ragione delle effettive esigenze trasfusionali, connesse agli interventi chirurgici in emergenza ed in elezione oltreché ad un ulteriore peggioramento della situazione già deficitaria del servizio di pronto soccorso. Senza contare che, in questo modo, verrebbero ancora una volta mortificate le aspettative di una popolazione di 500.000 abitanti che da anni aspetta il salto qualità nella programmazione sanitaria e nella dotazione infrastrutturale. Appare utile e indispensabile rivedere radicalmente le linee guida adottate dalla Regione, a partire da quelle indicate con il decreto 80, in riferimento alle previsioni della rete sanitaria ed ospedaliera per la provincia di Frosinone. Inoltre, non è più differibile l’istituzione del Dea di II livello nel capoluogo con la creazione dei reparti di chirurgia vascolare e di radiologia interventistica, con una implementazione della medicina territoriale e con il coinvolgimento di risorse consolidate al reparto di ematologia. Una popolazione di mezzo milione di persone, come quella della provincia di Frosinone, merita standard di assistenza sanitaria consoni e di qualità elevata, proporzionali al trasferimento delle risorse che, paradossalmente, la provincia sta versando alla Regione.

Le alte professionalità esistenti nella sanità ciociara vanno salvaguardate e supportate adeguatamente, per questo è necessario che la Regione si attivi prontamente per scongiurare la programmata soppressione del servizio trasfusionale di Frosinone, anche allo scopo di migliorare la qualità ed i livelli delle prestazioni sanitarie erogate sul nostro territorio, considerata anche la possibilità, sempre secondo le nuove direttive regionali, che siano creati altri due centri trasfusionali regionali in sostituzione di quello attualmente allocato a Frosinone”.

Frosinone, 16 gennaio 2014

Toyota Hybrid

Ci sono solo buoni motivi per passare subito all'ibrido. Scoprili oggi stesso presso Golden Automobili, concessionaria Toyota per Frosinone e provincia.

Nuova Abarth

Vieni a scoprirla presso la concessionaria Jolly Auto, Gruppo Jolly Automobili, a Frosinone e Sora.

Jaguar

Da XClass - Gruppo Jolly Automobili tutti i modelli disponibili della gamma JLR.

Toyota C-HR

Vieni a scoprirla e a provarla presso la Concessionaria ufficiale Toyota Golden Automobili, a Frosinone e Sora.

Alfa Romeo

Vieni a provarla oggi stesso presso le concessionarie del Gruppo Jolly Automobili, a Sora e Frosinone.

Nuova Evoque

Da marzo presso il salone Land Rover del Gruppo Jolly Automobili.

Toyota

Yaris e Aygo disponibili in un’ampia scelta di colori e personalizzazioni per i vostri ragazzi.

Mazda6

La nuova Mazda6 subito tua a metà del prezzo e dopo due anni decidi se tenerla, cambiarla o restituirla!

FIAT FIORINO

Il pioniere dei van ti aspetta oggi stesso presso le concessionarie FCA del gruppo Jolly Automobili, a Sora e Frosinone.

Nuova Jaguar

Sportiva, innovativa, accattivante, ma soprattutto Jaguar.

Nuova Peugeot 508

Più corta, più larga e ben 6 cm più bassa.

Toyota

In occasione del lancio del nuovo Rav4 Hybrid, Toyota inserisce tra le sue formule finanziarie il Pay per Drive Connected, un’evoluzione del già consolidato Pay Per Drive.