28 ottobre 2014 redazione@ciociaria24.net

Frosinone: centro storico “sequestrato” per protesta

Secondo gli autori dell'iniziativa, il quartiere più bello e antico della città è anche quello maggiormente abbandonato al degrado e questo non può essere accettato

Clamorosa azione messa in atto dai militanti di CasaPound Italia a Frosinone, che nella notte con un nastro segnaletico hanno chiuso al traffico le vie del Centro Storico, per sequestrarlo simbolicamente all’amministrazione comunale. Il blitz è teso a contestare le modalità di svolgimento dell’ultima fallimentare ‘notte bianca’. ”Per l’ennesima volta il Centro Storico è stato tagliato fuori – spiega Fernando Incitti, responsabile provinciale del movimento – il quartiere più bello e antico della città è anche quello maggiormente abbandonato al degrado e questo non possiamo accettarlo”.

”Diversi commercianti ci hanno spiegato come siano stati avvertiti solo il giorno precedente all’evento, dell’annullamento dell’ultimo nella zona di piazza Campagiorni, passando per via Angeloni, fino a via Garibaldi – continua Incitti – a dimostrazione di come questa amministrazione comunale, sulla linea di quelle precedenti, non abbia molto a cuore la storia di questa città”. ”Noi di Cpi, che amiamo e viviamo questo quartiere da sempre, non resteremo a guardare silenziosamente la sua agonia – conclude Incitti – ma faremo di tutto per renderlo vivibile intervenendo ogni qual volta sarà necessario, consapevoli di esserne l’ultimo baluardo”.

Menu