29 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

FROSINONE – CARRARESE 1-0, DECIDE CARRUS SU RIGORE.

Vittoria di misura per il Frosinone di mister Corini sulla Carrarese nel recupero della 23°a giornata di campionato. Decide Carrus dal dischetto. Vittoria importante per la classifica che porta i ciociari a quota trenta punti. In cronaca – Mister Corini dispone i suoi con l’ormai collaudato 4-3-3 con trio offensivo formato da Santoruvo, Aurelio e  Cesaretti. Frosinone in completo interamente giallo mentre gli ospiti in casacca bianca. Il primo tiro in porta è di marca ospite con Gaeta che manda però abbondantemente alto sulla traversa. Un primo più tardi risponde il Frosinone con Aurelio ma identica è la destinazione del tiro. Al 8’ una discesa di Piccini crea apprensioni alla retroguardia di casa. Gara comunque equilibrata in queste battute iniziali. Al 10’ prima bella occasione per il Frosinone con Cesaretti che servito ottimamente da Ristovski di testa non riesce però ad imprimere forza alla sfera.  AL 17’ calcio di rigore per il Frosinone. Aurelio viene steso in area e l’arbitro non può non cencedere il penalty. Sul dischetto si presenta Carrus che non sbaglia e spiazza Nocchi. Bel Frosinone in questo momento. Un minuto dopo i ciociari hanno anche l’occasione per raddoppiare ma è bravissimo Nocchi a deviare in angolo un colpo di testa ravvicinato di Santoruvo.  Carrarese che ha accusato il colpo. Squadra canarina in questo momento trascinata soprattutto da uno scatenato Aurelio.  Col passare dei minuti però la squadra canarina abbassa i ritmi di gioco e la gara diventa più equilibrata con la Carrarese che però non riesce mai a rendersi pericolosa dalle parti di Zappino. Al 35’ bella percussione centrale di Ristovsky che palla al piede arriva fino al limite dell’area di rigore ospite e poi però tira debolmente.  Nocchi blocca senza problemi. Partita comunque diligente fin qui del Frosinone che non rischia pressoché mai niente e che soprattutto si muove bene da centrocampo in avanti. Al 42’ per il Frosinone ci prova ancora Aurelio con un rasoterra ma Nocchi devia in angolo. Frosinone che comunque chiude all’attacco la prima frazione di gara. La seconda parte del match inizia con glis tessi ventidue uomini in mezzo al campo.  La Carrarese sembra voler spingere di più e prima con Orlandi e poi con Cori ci prova  ma trovando solo conclusioni sballate. Frosinone che non ha certo riniziato la ripresa con la stessa verve con la quale aveva giocato il primo tempo. Corini s’avvede subito del calo della sua squadra e tenta di correre ai ripari inserendo Frara al posto di Cesaretti. Partita comunque che in questo frangente della ripresa si gioca a ritmi veramenti bassi. Per il Frosinone, Aurelio, che attacca ora la parte destra dell’area di rigore ospite rappresenta sempre il pericolo maggiore. Al  15’ su assist di Carrus è ancora l’onnipresente Aurelio ad andare al tiro ma la sua conclusione da posizione defilata dentro l’area di rigore è inguardabile. Doppi cambio ora anche per mister Sottili con l’ingresso di Merini e Corrent per Orlandi e Giovinco.  Giunti al trentesimo della ripresa nessuna azione degna di nota da segnalre da una parte e dall’altra. Ancora cambi poi per entrambi i tecnici con Corini che manda dentro Bonvissuto al posto di Santoruvo e Sottili che risponde con Belcastro al posto di Gaeta. Al 32’ ammonito per simulazione in area di rigore giallazzurra il difensore ospite Anzalone. Al 33’ ci prova il neo entrato Bonvissuto dai trenta metri. Non c’è però precisione nel tiro ma solo potenza. Al 34’ la più grande occasione da rete per gli ospiti e capita sul piede di Cori. L’attaccante calcia a botta sicura da dentro l’area di rigore ma è Ristovski ad immolarsi neutralizzando il tiro.  A cinque dalla fine mister Corini concede gli applausi del Matusa all’autore della rete Salvatore Aurelio, al suo posto entra Ganci. Al novantesimo esatto in azione di contropiede capita poi proprio sul piede di Ganci la possibile palla del 2 a 0 ma l’attaccante non la sfutta a dovere. Nei cinuqe minuti di recupero concessi poi dal direttore di gara non succede più niente ed il Frosinone può così brindare alla sua importantissima seconda vittoria consecutiva.

 

  ANDREA MASTRANTONI

Menu