13 gennaio 2013 redazione@ciociaria24.net

FROSINONE CALCIO – Giallazzurri vittoriosi al Matusa sul Gubbio (2-0)

Importante vittoria per il Frosinone che con un secco 2-0 supera il Gubbio di Sottil. Il ritorno alla vittoria al Comunale porta le firme di Cesaretti e Carrus. Tra gli ospiti espulso Galimberti al 67’ per un brutto fallo su Cesaretti. Canarini sempre padroni del campo. Stellone non può contare su Gori e il neo acquisto Lapadula e schiera il solito 4-3-3 con Zappino tra i pali, Guidi, Bertoncini, Biasi e Blanchard in difesa, mediana a tre con Carrus, Gucher e Frara, in attacco spazio a Cesaretti, Santoruvo e De Onofre. Sottil risponde con un 4-2-3-1 che vede Bazzoffia, Caccavallo e Grea agire alle spalle di Galabinov unica punta. Arbitro dell’incontro il Sig. Maresca di Napoli.

La prima parte di gara si gioca su buoni ritmi, anche con interventi duri. La prima azione degna di nota però arriva solo al 14’ quando Galabinov sfiora di testa lanciando Caccavallo che anticipa Biasi di punta ma non riesce a superare Zappino in uscita. Il Frosinone risponde al 20’ con De Onofre che trova il varco giusto e appena entrato in area lascia partire un sinistro chiamando Venturi alla deviazione in angolo. La gara sale di intensità ma i continui rovesciamenti di fronte non si concludono con particolari pericoli per le difese. Al 27’ ci prova Blanchard dalla distanza, il suo destro viene bloccato in due tempi da Venturi. Il Gubbio non resta a guardare e al 31’ Galabinov supera Bertoncini in bello stile e batte di sinistro a rete con Zappino che blocca a terra. Il forcing del Frosinone produce il gol del vantaggio al 34’: Guidi pennella un perfetto cross dalla destra per Santoruvo che appoggia di prima per Cesaretti che batte a rete di destro dal limite infilando il pallone all’angolino sinistro della porta difesa da Venturi. Al 42’ i canarini potrebbero raddoppiare con De Onofre che si rende protagonista di un’ubriacante azione personale, la sua conclusione mancina però sfiora il palo alla destra di Venturi. Allo scadere ancora Santoruvo si trasforma in uomo assist per Frara che batte a rete di destro di prima intenzione, palla alta sulla traversa. Senza recupero, l’arbitro Maresca manda le due squadre al riposo con il Frosinone in vantaggio.

La ripresa conferma i ritmi del primo tempo: al 46’ punizione dalla destra di Carrus, Santoruvo prolunga di testa per Bertoncini che da buona posizione spedisce a lato. Un minuto dopo Bazzoffia dall’altra parte chiama Zappino all’intervento a terra su destro dal limite dell’area. Il Gubbio spinge alla ricerca del pareggio ma i canarini sono pronti a ripartire in contropiede per centrare il raddoppio. Raddoppio che arriva al 59’: De Onofre parte dalla destra, palla in area che dopo una serie di batti e ribatti arriva sul destro di Carrus che batte Venturi per la seconda volta. Tra le proteste ospiti, Sottil manda in campo Manzoni e Semeraro ma al 67’ il Gubbio rimane in dieci per la giusta espulsione di Galimberti reo di aver commesso un brutto fallo su Cesaretti. Sulla seguente punizione Carrus dalla sinistra pesca Blanchard sul secondo palo, conclusione debole che Venturi respinge. Il Frosinone controlla agevolmente la gara e all’82’ Cesaretti prova a mettere a segno la personale doppietta con un destro a giro dal limite respinto da Venturi, la palla arriva ad Aurelio che appoggia al centro per Santoruvo, destro di prima intenzione respinto da terra da Carroccio. Due minuti più tardi Carrus cerca e trova Santoruvo in area, controllo e conclusione a rete che esce fuori di pochissimo. Maresca concede tre minuti di recupero in cui succede poco o nulla e il Frosinone può festeggiare il ritorno alla vittoria al Comunale. Tra sette giorni i canarini incroceranno gli scarpini con l’Andria allo Stadio degli Ulivi.

Menu