25 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Frosinone: alla guida di un’auto in stato di ebrezza e con l’hashish in tasca – la Guardia di Finanza arresta un giovane pizzaiolo di Alatri

I Finanzieri della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone hanno tratto in arresto un ventottenne di Alatri che, la scorsa notte, era alla guida di un’auto con un tasso alcolemico 5 volte superiore al limite consentito. Il giovane, a seguito del controllo effettuato, è stato trovato in possesso di 50 grammi di hashish nascosti nella tasca del giubbotto.

L’arresto è avvenuto nel corso di un’attività di polizia giudiziaria finalizzata alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti: i finanzieri, infatti, notavano una Fiat Punto sfrecciare a grande velocità mentre effettuava manovre azzardate che stavano mettendo in pericolo la sicurezza degli altri autoveicoli che percorrevano la statale 155 dei Monti Lepini, in prossimità del Tribunale di Frosinone.

Dopo un breve inseguimento, l’autovettura veniva bloccata dai finanzieri, che constatavano l’evidente stato di ebrezza del guidatore.

Dal controllo emergeva che il conducente – un ventottenne pizzaiolo di Alatri – occultava all’interno della tasca del giubbotto 53 grammi di hashish. La sostanza stupefacente veniva sequestrata insieme a 1.500 euro in contanti e a un coltello tipo “cutter” con una lama di 18 centimetri.

A seguito del rinvenimento dell’hashish il ragazzo veniva tratto in arresto per il reato di traffico di stupefacenti. Inoltre, veniva sottoposto a specifici accertamenti per verificare il grado alcolemico, risultato  pari a 2,5 g/l, e per questo motivo veniva denunciato anche per la fattispecie di guida sotto l’effetto di alcol, con immediato ritiro della patente di guida.

Il giovane è stato sottoposto a giudizio “direttissimo” dinanzi al Giudice del Tribunale di Frosinone, che lo ha condannato ad un anno di reclusione, alla multa di 2.000 euro ed alla confisca di quanto sequestrato.

Menu