FRONTERAS TURISTICAS: Frosinone protagonista di un progetto di cooperazione internazionale

 

 

Primavera dal sapore internazionale per la Provincia di Frosinone che ospiterà una delegazione di paesi sudamericani il 19 e il 20 Aprile presso la Villa Comunale in occasione dell’evento conclusivo di “Fronteras Turisticas: Coesione, inclusione e sviluppo sociale attraverso il turismo sostenibile”.

Nato per migliorare la competitività territoriale del turismo nelle zone di frontiera Bolivia – Argentina – Perù, il progetto oggi è una realtà nell’ambito del Programma URB-AL III della Commissione Europea.

I lavori sono stati coordinati dalla Provincia di Frosinone e realizzati con la collaborazione dell’Osservatorio Interregionale sulla Cooperazione allo Sviluppo (O.I.C.S), del Governo di Jujuy (Argentina) e della Prefettura di Oruro (Bolivia). Partner di progetto la Provincia autonoma di Bolzano, l’Associazione dello Sviluppo Sociale – ADESO (Argentina) e i governi subnazionali di Calacoto e San Pedro de Quemes (Bolivia), Tarata (Perù) e Purmamarca (Argentina).

 

Dal 2009, anno di inizio del Programma, sono stati creati ben 7 percorsi tematici in tutte le zone coinvolte e più di 140 luoghi turistici sono stati valorizzati e possono essere visitati con guide turistiche competenti.

Grande la partecipazione diretta delle comunità locali: più di 60 tecnici e 700 operatori sono stati formati per migliorare le proprie abilità ed offrire un servizio ottimale al futuro turista di Camino Andino.

Questo il nome del marchio, figlio di Fronteras Turisticas, che è già una realtà in via di espansione: ha riscosso, infatti, ampio successo in fiere internazionali come FIT di Buenos Aires, WTM di Londra e FITUR di Madrid.

Un esempio di cooperazione internazionale che ha visto Frosinone protagonista. Paradigmatiche le parole del Sindaco di San Pedro (Bolivia), diventate uno dei ‘motti’ del gruppo di lavoro: “Sognando un mondo senza frontiere, siamo un gruppo senza frontiere.”

 

Menu