Follia, devastazione e stupro sfiorato a Fiuggi: Frosinone tappezzata di striscioni

Alla base della protesta ci sono anche i gravi fatti accaduti alcuni giorni fa nella cittadina termale

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma di CasaPound Italia – Federazione Provinciale Frosinone.

«”Stop immigrazione!”. Così recitano gli striscioni affissi nella notte dai militanti di CasaPound Italia a Frosinone (in foto striscione viale S. Gerardo Maiella), per protestare contro l’immigrazione selvaggia e incontrollata che sta subendo l’Italia. “Quanto accaduto pochi giorni fa a Fiuggi, dove tre clandestini egiziani si sono resi artefici prima di un tentato omicidio nei confronti di un uomo e poi di un tentato stupro ai danni di una donna, entrambi italiani e addetti ai lavori della struttura che li ospitava, è solo un’inevitabile conseguenza delle folli politiche sull’immigrazione adottate dal Governo”. Dichiara Fernando Incitti, responsabile provinciale di CasaPound Italia.

“Ogni mese sulle nostre coste sbarcano migliaia di clandestini che poi vengono riversati in giro per l’Italia senza essere sottoposti a reali controlli o processi d’identificazione validi, mettendo a repentaglio la sicurezza delle famiglie italiane – continua Incitti – reati e crimini a sfondo violento commessi da immigrati clandestini aumentano di giorno in giorno su tutto il territorio provinciale, senza una degna risposta delle istituzioni”.

“I flussi migratori vanno subito fermati. Non è accettabile che ci siano profughi ospiti in alberghi di lusso, mentre si moltiplicano i casi di famiglie italiane che non riescono ad arrivare alla fine del mese o addirittura non hanno più una casa – ha concluso Incitti – come abbiamo più volte ribadito, gli unici a guadagnarci in questa assurda e drammatica situazione, sono le cooperative rosse, per le quali la cosiddetta ‘accoglienza’ è un vero e proprio business come dimostrato dalle ultime inchieste”.

Menu