Ferragosto di intenso lavoro per i Carabinieri di Frosinone e provincia. Arresti, denunce e FVO

Controlli a tappeto dei Carabinieri in tutta la provincia, disposti dal Comando Provinciale, nell’imminenza della festività del Ferragosto, al fine di garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini.

Durante il week-end dell’Assunta i militari delle compagnie dipendenti hanno svolto mirati servizi per il controllo del territorio, tesi a prevenire i reati contro il patrimonio (rapine in ville, furti in abitazione e con strappo), il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti, violazioni sulla normativa riguardante la tutela ambientale e paesaggistica, nonché prevenire le infrazioni al Codice della Strada, in particolare la “guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche/stupefacenti – psicotrope”, attraverso un massiccio controllo alla circolazione stradale, sulle principali arterie e snodi di comunicazione della Provincia ed in prossimità dei caselli autostradali dell’A1, delle Stazioni Ferroviarie oltre che nei pressi di locali pubblici, maggiormente frequentati da giovani. Sono stati inoltre eseguiti controlli alla imprese agricole, turistiche ed alberghiere al fine di accertare il rispetto delle norme in materia igienico-sanitaria.

L’imponente dispositivo preventivo, che ha visto l’impiego di 164 uomini ,suddivisi in 82 pattuglie, ha permesso di:

a) trarre in arresto:

  • ad Anagni, un 25 enne in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone a seguito di reiterate violazioni degli obblighi connessi alle misure cautelari a cui era già sottoposto;
  • a Piglio, un minore egiziano in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale per i Minori di Roma, per i reati commessi di “estorsione e danneggiamento “ continuati, commessi all’interno di una comunità di prima accoglienza, ove il minore era ospitato;
  • a Ferentino, un 31enne poiché resosi responsabile del reato di “rapina aggravata”. Il giovane, già avvisato orale di pubblica sicurezza, alle ore 8.30 circa nella giornata di Ferragosto, dopo avere forzato la porta di ingresso, si è introdotto all’interno di un’abitazione sita in località Roana di Ferentino. Vistosi scoperto, ha minacciato il proprietario con un grosso coltello da cucina con lama da 25 cm. e contestualmente, si è impossessato di un televisore e vari monili in oro, tentando di assicurarsi la fuga. I militari dell’Arma hanno rintracciato il malintenzionato che, alla loro vista, ha abbandonato il televisore tentando nuovamente la fuga a piedi per le vie circostanti ma, raggiunto dopo un breve inseguimento, al fine di sottrarsi alla cattura, ha minacciato gli operanti brandendo il predetto coltello. I militari sono riusciti a disarmare l’uomo ed ad assicurarlo alla Giustizia e, nel medesimo contesto operativo, inoltre, l’intera refurtiva è stata recuperata e restituita all’avente diritto mentre il coltello veniva sottoposto a sequestro.

b) denunciare:

  • a Frosinone, un 27enne ed una 33enne poiché resisi responsabili del reato di “guida in stato di ebbrezza alcolica” poiché sorpresi alla guida dei rispettivi veicoli con un tasso alcolemico superiore ai valori consentiti dalla normativa vigente. Agli stessi sono state ritirate le patenti di guida.
  • a Frosinone, un 38enne poiché resosi responsabile del reato di “porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere in quanto, a seguito di un controllo, è stato trovato in possesso di una mazza da baseball, custodita all’interno dell’autovettura, contestualmente sottoposta a sequestro;

c) segnalare alla prefettura di Frosinone un 29enne resosi responsabile dei “detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale non terapeutico”. Lo stesso è stato trovato in possesso di grammi 0,61 di “cocaina”, sottoposta a sequestro amministrativo;

d) eseguire complessivi 11 interventi di soccorso.

Durante l’espletamento della predetta attività preventiva, sono state inoltre:

  • denunciate altre persone per inosservanza al foglio di via obbligatorio, minaccia, inosservanza agli obblighi della sorveglianza speciale, inosservanza di un provvedimento dell’autorità. Inoltre sono stati proposti per rimpatrio con foglio di via obbligatorio 13 persone, controllate mentre si aggiravano con fare sospetto e senza giustificato motivo, nei pressi di isolate abitazioni in ambito provinciale;
  • controllati 213 veicoli e 486 persone, eseguiti 23 accertamenti etilometrici ed elevate 82 contravvenzioni al C.D.S, nonché sono stati controllati 15 esercizi pubblici (senza rilevare infrazione alcuna).

foto comando provinciale3

Menu