Felice Lisi: proseguono le indagini, si attende l’autopsia

Una casa senza elettricità né acqua corrente nei pressi del lago di Isoletta, due giovani vite caratterizzate da problemi e disagi vari. Appena qualche giorno fa la Polizia Locale del Comune di Ceprano aveva effettuato un sopralluogo nel casolare di via Guardaluna, dove ieri è morto Felice Lisi, 24 anni, ucciso forse da una coltellata tra collo e costato. Con lui, al momento della tragedia, c’era la fidanzata, Pamela Celani, 27 anni.

Per ora gli investigatori non escludono nessuna ipotesi relativamente alle cause che hanno portato al decesso del ragazzo: lite finita nel sangue, atto di autolesionismo, coinvolgimento di altre persone, tutte le piste sono ancora aperte e le indagini proseguono a ritmo serrato. Ad ogni modo, si attende l’autopsia sul corpo del giovane per saperne di più.

Felice e Pamela, entrambi di Cassino, vivevano alla giornata e in condizioni di grave disagio. Già noti alle forze dell’ordine per questioni di droga e furti, i due si erano si erano trasferiti da poco nell’abitazione di proprietà della famiglia di lui, dove ieri mattina si è consumata la tragedia. I soccorritori, giunti sul posto poco dopo l’allarme lanciato proprio dalla convivente di Lisi, non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane.

Successivamente sono giunti a Ceprano anche i familiari del ragazzo: urla e lacrime hanno messo la parola fine a una vicenda già di per sé difficile e che purtroppo ha avuto un epilogo ancor più drammatico. I funerali del ragazzo non sono stati ancora fissati, informazioni in merito si avranno certamente dopo l’esame autoptico che dovrebbe essere svolto a breve nell’obitorio dell’ospedale Spaziani di Frosinone, dove ieri pomeriggio è stata trasportata la salma del 24enne.

Menu