martedì 27 gennaio 2015

Falso nullatenente “beccato” dalla Guardia di Finanza di Ceprano

“E’ stato un imprenditore 45enne residente a Ceprano, a sperimentare i frutti della collaborazione tra la Guardia di Finanza di Frosinone ed il Comune di Ceprano, i quali nel mese di ottobre del 2014 avevano stipulano un protocollo d’intesa con il quale si erano stabiliti percorsi operativi in sinergica collaborazione, al fine di smascherare quei furbetti che, nascondendo le loro reali disponibilità economiche, ottengono prestazioni sociali destinate ai più bisognosi.

L’imprenditore, titolare di una ditta, aveva richiesto al Comune un assegno per il nucleo familiare spettante ai possessori di reddito Isee non superiore a 23.000 euro, allegando alla domanda una dichiarazione Isee riportante un valore di 0 euro. Così l’INPS di Frosinone aveva corrisposto un assegno dell’importo di 1.680,00 euro. La Guardia di Finanza di Ceprano ha effettuato un controllo fiscale nei confronti dell’imprenditore rilevando che per l’annualità per la quale risultava Isee pari a € 0, aveva presentato la dichiarazione fiscale con reddito pari a zero, ma in realtà, aveva occultato al fisco redditi per oltre 220.000 euro, come rilevato al termine delle operazioni ispettive nell’ambito delle quali è stato fatto ricorso anche ad indagini bancarie. Al termine del controllo l’imprenditore è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di “”truffa ai danni dello Stato”” e segnalato all’INPS per l’attivazione della procedura di recupero della somma indebitamente percepita”.

Fonte: L’Inchiesta Quotidiano

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1