30 ottobre 2013 redazione@ciociaria24.net

Evasore totale a Frosinone, ha frodato il fisco per 8 milioni di euro

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Frosinone hanno individuato una società di capitali, con sede a Frosinone, ma attiva in tutta la provincia ciociara, operante nel settore del commercio di computers, unità periferiche, software e telefonia, nonché nella manutenzione degli stessi prodotti, che dal 2006 al 2012 non ha mai presentato le prescritte dichiarazioni dei redditi.  La società, individuata grazie alla costante opera di controllo economico del territorio, ha così occultato al fisco imponibili di circa 7 milioni di euro e IVA dovuta per oltre 1 milione di euro, dopo aver distrutto le scritture contabili ed i documenti fiscali ed avendo omesso versamenti a titolo d’imposta per gli stessi anni.

Particolarmente complessa l’indagine intrapresa dal Nucleo PT di Frosinone che, al fine di ricostruire le operazioni economiche poste in essere dalla società, ha fatto ricorso ad indagini bancarie, anche nei confronti del rappresentante legale ed accertamenti presso clienti e fornitori. Ma la società ispezionata non si è limitata a realizzare tale cospicua evasione fiscale: si è infatti altresì preoccupata di emettere fatture per operazioni inesistenti, al fine di generare costi fittizi che hanno consentito ad altri contribuenti ciociari di “scaricarsi” illegittimamente costi per oltre 2 milioni di euro. Naturalmente anche una dipendente della società prestava la sua opera “in nero”. Al termine delle indagini il rappresentante legale dell’impresa, un quarantottenne residente nel capoluogo ciociaro, è stato denunciato alla competente  A.G. per varie ipotesi di reati tributari.

Nota stampa emessa dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza

Menu